Una serra nel garage per coltivare marijuana: arrestato 18enne

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2703

L’AQUILA. Una serra, un impianto di essiccazione per la coltivazione della marijuana. I carabinieri della Compagnia di L’Aquila hanno tratto in arresto in flagranza di reato C.M. 18enne aquilano, per reati in materia di stupefacenti.

Ieri sera i miliatri hanno notato un via vai di persone dall’abitazione del 18enne che già aveva insospettito e per questo lo seguivano. E’ per questo scattato il blitz all’interno della abitazione dove erano appena entrate altre due persone.

I militari entrati hanno trovato i giovani che fumavano spinelli. Sono scattate le perquisizioni così sono state trovate 10 dosi di marijuana, debitamente confezionata e pronta allo spaccio, del peso complessivo pari a grammi 50 circa. Poi all’interno del garage i carabinieri hanno trovato una serra professionale con tanto di impianto di irrigazione, riscaldamento e ventilazione, con all’interno 5 piante di marijuana di alto fusto, già in infiorescenza, in fase di coltivazione nonché rami della stessa pianta in fase di essiccazione. Una vera e propria «industria della droga» scoperta dai militari.

Il 18enne è stato arrestato e tradotto presso il carcere di Avezzano.

Gli ultimi due arresti per lo stesso reato sono stati eseguiti dai carabinieri nell’area di Sassa il 20 settembre scorso, anche in quell’occasione fu rinvenuta una vera e propria coltivazione su un terreno demaniale e vennero arrestato D.G. 31enne e R.B.A. 18enne, entrambi del posto.

Gli inquirenti fanno notare che dagli ultimi episaodi sembrerebbe essere tornata di moda la cosiddetta droga povera soprattutto tra i giovanissimi. Meglio se fatta in casa. Anche questa è una faccia della crisi economica dei nostri giorni.

05/10/2011 18.09