? Pd L'Aquila, 165 delegati puntano su Di Benedetto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4392

L'AQUILA. Si sono conclusi i Congressi di Circolo del Pd della Provincia dell'Aquila e venerdì si terrà l'assemblea provinciale.

Sono stati eletti 247 delegati ai quali si aggiungono 13 delegati di diritto. L'assemblea sarà il nuovo parlamentino del Pd, l'organo principe per la definizione delle più significative scelte, lo strumento più importante per il neo-eletto segretario Mario Mazzetti.

Ben 165 di questi Delegati, tra i quali Michele Fina, Francesco Iritale (segretario Pd L'Aquila), Fabio Ranieri (segretario Pd Circolo L'Aquila centro), Mimmo Di Benedetto (capogruppo Pd Consiglio Comunale Sulmona), Vito Albano (capogruppo Pd Consiglio Comunale L'Aquila), Alfredo Moroni (assessore Comunale l’Aquila) Antonio Carrara (presidente Comunità Montana Valle Peligna), Carlo Tinarelli (consigliere Comunale di Avezzano), Stefano Albano (segretario provinciale Giovani Democratici), Lorenzo Berardinetti (consigliere Provinciale), Gianni Tuzi (consigliere Provinciale), Fabrizio D'Alessandro (consigliere Provinciale), Pierpaolo Pietrucci (consigliere Provinciale), Ermanno Natalini (Celano), Ermanno Giorgi (L'Aquila), Mario Casale (Avezzano), Liborio D'Amore (Campo Di Giove), Erminia Scioli (Castel Di Sangro), Vincenzo Pisegna (Collelongo), Giovanni Mastrogiovanni (Sulmona), Roberto Di Loreto (Pratola Peligna) hanno sottoscritto un breve documento che richiede ad Americo di Benedetto, il quale aveva espresso la volontà con il ritiro della candidatura di non ricoprire cariche apicali, di mostrare un supplemento di senso di responsabilità accettando la candidatura alla Presidenza del partito provinciale. Di seguito il testo del Documento:

«I sottoscritti, Delegati all'Assemblea provinciale, chiedono ad Americo di Benedetto di offrire la sua candidatura per la Presidenza del Partito provinciale, anche come giusto riconoscimento dell'alto senso di responsabilità dimostrata nel permettere, pur forte di un ampio consenso, la soluzioni unitaria per la Segreteria provinciale. La sua elezione rafforzerebbe i principi richiamati dal documento “Per l'unità del partito provinciale” i quali sono da noi condivisi e sottoscritti. Auspichiamo che il Presidente, in un rapporto di leale collaborazione con il Segretario, possa concorrere a: costruire un'unità sostanziale del partito provinciale in una logica di maggiore ricambio e rinnovamento; garantire un partito libero da logiche di natura personale e notabilare; definire il nuovo progetto politico del Pd per la nostra provincia; preparare al meglio le prossime sfide elettorali; costruire un gruppo dirigente provinciale coeso e rappresentativo di tutte le sensibilità; restituire centralità alle regole impedendo ogni forma di degenerazioni; sostenere i processi democratici e trasparenti nella definizione delle scelte del partito; promuovere il principio della contendibilità delle cariche elettive; mantenere e rafforzare nel partito l’unità dei diversi territori che compongono la Provincia dell'Aquila; sollecitare la costruzione di un gruppo dirigente regionale più bilanciato e significativo delle diverse istanze territoriali».


22/07/2011 8.11