LA SITUAZIONE IN TEMPO REALE

Maltempo Abruzzo. Ancora una giornata di allerta: milioni di danni e stato di calamità

Scuole chiuse in decine di comuni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8716

Maltempo Abruzzo. Ancora una giornata di allerta: milioni di danni e stato di calamità



ABRUZZO. Bisognerà tenere duro per almeno altre 24 ore perché il maltempo non lascerà il centro Italia.
Le previsioni meteorologiche parlano di nuvolosità compatta nella prima parte della giornata su Abruzzo, Marche ed Umbria orientale con precipitazioni consistenti specie sulle aree appenniniche. E’ prevista ancora neve abbondante al di sopra dei 300-400 metri. La tendenza però è in attenuazione ed il cielo dovrebbe aprirsi a tratti nel corso della seconda parte della giornata iniziando dalle marche settentrionali, salvo una moderata persistenza sulle aree interne abruzzesi e molisane.
Poco nuvoloso sulle restanti regioni salvo temporanei addensamenti nuvolosi con residui fenomeni sulle aree appenniniche laziali e sul settore orientale della Sardegna.
Intanto il vento forte ha spazzato tutto l’Abruzzo anche nella notte appena trascorsa continuando a mietere danni ed allungando la lista già enorme di criticità registrate ieri.

Secondo AbruzzoMeteo.org le precipitazioni saranno possibili almeno fino al tardo pomeriggio-sera e continueranno a manifestarsi a ridosso dei rilievi, sul settore occidentale e sulle zone pedemontane che si affacciano sul versante adriatico, nevose al disopra dei 400-500 metri. Nelle prossime ore, tuttavia, continueranno a soffiare forti venti di bora con raffiche ancora superiori, localmente, ai 60-80 Km/h e conseguenti mareggiate.
Un ulteriore miglioramento è atteso nel fine settimana ma permarranno condizioni di instabilità con possibili annuvolamenti e occasionali precipitazioni a carattere sparso, specie sul settore
orientale.
In Abruzzo sempre secondo Abruzzo Meteo.org si prevedono condizioni iniziali di cielo molto nuvoloso o coperto con rovesci diffusi sulle zone montuose, nell'Aquilano, sulle zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, nevose al disopra dei 400-600 metri.
Temperature: Generalmente stazionarie ma al disotto delle medie stagionali.
Venti: Forti o molto forti dai quadranti nord-orientali con violente raffiche sulle zone costiere e collinari.
Mare: Molto agitato o grosso con mareggiate

Allagamenti, frane, strade interrotte e non percorribili anche per i soccorsi, alberi caduti e fiumi che hanno iniziato a straripare e poi quasi 115mila persone senza energia elettrica in un centinaio di comuni abruzzesi sono le emergenze sulle quali anche oggi si porrà attenzione.

Si contano i danni che sono ingentissimi mentre oggi il presidente della regione, Luciano D’Alfonso, ha annunciato che chiederà lo stato di calamità naturale.

+++ LA CRONACA DELLA MATTINATA DI IERI.     +++ LA CRONACA DEL POMERIGGIO DI IERI

SCUOLE CHIUSE OGGI 6 MARZO 2015
A causa dell'intensa ondata di maltempo che si sta abbattendo sull'Abruzzo, diversi comuni hanno predisposto la chiusura preventiva delle scuole.
Niente scuola dunque oggi a L'Aquila, Teramo (escluso asilo nido comunale), Pescara (anche sabato), Atri, San Giovanni Teatino (anche sabato), Montesilvano, Civitella del Tronto; Cepagatti, Pineto, Cappelle sul Tavo, Ortona (anche sabato), Silvi, San Vito, San Salvo, Chieti, Roseto degli Abruzzi, Spoltore, Fossacesia, Città Sant'Angelo, Penne, Vasto, Francavilla (anche sabato), Atessa, Giulianova, Martinsicuro, Atri, Sulmona, Pratola Peligna, San Demetrio ne' Vestini.

A San Giovanni Teatino chiuso l'asilo comunale.

 Ad Avezzano, resteranno chiuse solo le scuole superiori. «In accordo con tutti i comuni della Marsica sud orientale - ha reso noto il sindaco, Giovanni Di Pangrazio - dove i disagi sono più gravi, ho deciso di chiudere solo gli istituti di secondo grado riservandomi però domani mattina, qualora la situazione fosse peggiore, di chiudere anche gli altri», ha detto il sindaco.

AUTOSTRADA PER ORA APERTA TRA TANTA NEVE
Molti problemi ieri sulle autostrade abruzzesi A24 e A25 nonostante l’allerta annunciato con due giorni di anticipo. Incidenti e traffico bloccato hanno impegnato le forze dell’ordine per tutta la giornata di ieri con soccorsi resi difficili per le condizioni avverse e la tanta neve caduta nelle zone interne.
Ieri sera alle ore 22,30 è scattata la chiusura per l'autostrada A25, lato ovest direzione Roma, con uscita obbligatoria al casello di Pratola Peligna.
A provocare il secondo blocco della giornata, dopo quello dalle 17,30 alle 18,40, sempre nello stesso tratto, Pratola-Cocullo, la presenza di mezzi pesanti fermi sulle corsie.
Attualmente la situazione e delicata ed il traffico è interdetto ad i mezzi pesanti oltre le 7,5 tonnellate ma continua a nevicare.


+++ ORE 8. ATRI: ESPLODE METANODOTTO
Il sindaco di Atri comunica che a seguito dell'esplosione della linea principale del Gas Metano in località Pineto nelle prossime ore potrebbe verificarsi dei disservizi nell'erogazione del Gas Metano. La società erogatrice sta provvedendo a riparare il guasto. una grossa palla di fuoco è stata vista da alcuni testimoni e si è sentito un boato avvertito per decine di chilometri. Tanta paura ma al momento non si conoscono altri particolari

CHIUSE STATALI PER NEVE

L'Anas comunica che sulla ss 80 del Gran Sasso d'Italia è chiuso il tratto tra Arischia (L'Aquila) e il bivio per Montorio al Vomano (Teramo), in entrambe le direzioni, a causa della neve e delle forti raffiche di vento. A renderlo noto è l'Anas. Inoltre, in Abruzzo al momento rimangono chiuse la ss 81 dal km 72 al km 78 e dal km 164,600 al km 165,600; la ss 5 dal km 132 al km 161; la ss 652 dal km 36 al km 37,900 e dal km 44,500 al km 53,500; la ss 16 dal km 552,300 al km 522,600 e la ss 696 dal km 0 al km 13. Sulle altre strade sono presenti allagamenti e nevicate in corso e il traffico risulta rallentato in numerosi tratti. Il personale dell'Anas è al lavoro senza sosta per ripristinare la circolazione il prima possibile nei tratti ancora interdetti al traffico.

STRADE INTERDETTE NELLA PROVINCIA DI TERAMO
È interdetto il traffico sulle:
S.P. n. 11 località Terra Bianca (Comune di Sant’Omero)
S.P. 23/A dello Stampallone località sottopasso dello A/24 (Comune di Atri)
 
S.P. n. 68 (Comune di Torricella)
S.P. n. 49 (Comune di Valle Castellana)
S.P. n. 45/B (Comune di Crognaleto)
S.P. n. 61/C località Fosso Coccioli (Comune di Campli)
S.P. n. 23 Cellino – Atri (Comune di Cellino)
S.P. n. 27 località Santa Margherita in prossimità di Casoli di Atri (Comune di Atri)
S.P. n. 35 di Chioviano (Comune di Bisenti)
S.P. n. 14 di S.Reparata (Comune di Civitella del tronto)
S.P. n. 75 di Poggio Cono (Comune di Teramo)
S.P. n. 18/A di Fonte Cucci (Comune di Teramo - Campli)
S.P. n. 61/A (Comune di Civitella del Tronto)
S.P. n. 36/A (Comune di Cermignano)
S.P. n. 491 (Comune di Tossicia – Colledara – Isola del Gran Sasso – Castel Castagna – Montorio al Vomano )
S.P. n. 34/D (Comune di Arsita )
S.P. n. 37/A (Comune di Castel Castagna)
S.P. n. 26/A (Comune di Canzano)
S.P. n. 65 di Ronzano (Comune di Castel Castagna)
S.P. 25/B del Feudo (Comune di Castellalto)
S.P. 6 di San Giovanni (Comune di Nereto – Controguerra - Corropoli)
S.P. 553 loc. S.Antonio (Comune di Atri)
S.P. 19 della Specola loc. cimitero di Castellalto (Comune di Castellalto)
S.P. n. 25 di castelbasso Località cimitero di Castelbasso(Comune di Castellalto)
Sono state interessate da frane e smottamenti quasi tutte lestrade di competenza della provincia.

VILLA CELIERA FRANE E NEVE
Situazione difficile per il maltempo nella zona Vestina e in particolare a Villa Celiera colpita da una frana in contrada Vagnola oltre un mese fa con 45 persone evacuate a più riprese, le ultime quattro sabato scorso. Come ha riferito il sindaco del paese del pescarese Oreste Di Lorenzo, a Villa Celiera e nelle frazioni più lontane sono caduti fino a questa sera oltre 70 cm di neve. Spostamenti difficili anche per raggiungere case isolate. I problemi per le condizioni atmosferiche sono acuiti dalla mancanza di energia elettrica da questa mattina. Gli operai comunali hanno lavorato per tutta la giornata per ridurre i disagi e rendere le strade percorribili.

ASSE ATTREZZATO DANNEGGIATO

Delle voragini che si sono create, a causa del maltempo, lungo l'asse attrezzato che collega Pescara a Chieti, all'altezza del cementificio del capoluogo adriatico, hanno provocato danni ad una ventina di automobili che vi sono finite dentro. Non si registrano feriti. Sul posto, per rilevare gli incidenti, gli uomini della Polizia stradale di Pescara.

SCONTRO FRONTALE TRA BUS E SPAZZANEVE

Ieri  sera uno scontro frontale tra un bus di linea e uno spazzaneve è avvenuto sulla strada tra Pescasseroli e Villetta Barrea. Si contano cinque feriti. L'autista del bus, che ha riportato le ferite maggiori, e due passeggeri del mezzo pubblico, con ferite più lievi, e i due autisti dello spazzaneve, anch'essi con ferite lievi. Tra le cause ipotizzate dello scontro, la bufera di neve in corso in quel momento sulla zona che ha determinato la poca visibilità, il ghiaccio sull'asfalto e anche il fatto che la carreggiata per via della coltre di neve si è ristretta di molto. L'autobus ha riportato danni rilevanti e nell'urto si è infilato nella neve accumulata al lato della strada.

DIFFICOLTA’ PER I VOLI
Difficoltà pesanti anche sugli aeroporti italiani flagellati dal maltempo. Un cargo proveniente da Sarajevo ieri è finito fuori pista all’aeroporto di Ancona in fase di atterraggio.
Alcuni voli sono stati dirottati su Pescara non senza difficoltà. Il volo Bruxelles-Ancona che non è potuto atterrare nello scalo marchigiano a causa del maltempo è stato dirottato a Pescara. I passeggeri, una volta a terra, sono stati assistiti dal personale della Saga, società di gestione dello scalo, e ripartiranno per Ancona in pullman.
Un altro volo Alitalia ha dovuto tentare l’approccio due volte prima di fermarsi sulla pista a causa del forte vento che ha reso molto difficile l’atterraggio.

MONTESIVANO ANCORA STRADE CHIUSE
E’ stata riaperta questa mattina via Aldo Moro. Circolazione permessa, dunque, sul lungomare di Montesilvano. Restano invece chiuse al traffico le vie del retro pineta, dove persiste il pericolo caduta alberi a causa del forte vento che sta interessando ancora Montesilvano. Chiuso un tratto di via Vestina a causa della caduta di un albero. Il traffico è deviato su via Vistola. Le operazioni per liberare la carreggiata sono in corso e il Comune assicura che si cercherà di riaprire la strada nel più breve tempo possibile. Riassorbita l’acqua che aveva invaso moltissime strade della città.

EMERGENZA IDRICA
L'ACA comunica che a causa di una rottura sulla linea che eroga acqua nelle zone: Valle Piomba, Collotti e Fontanelle di Atri il servizio di fornitura idrica è interrotto.

SAN GIOVANNI TEATINO , ANCORA PROBLEMI A LINEE ELETTRICHE
Situazione sotto controllo anche a San Giovanni Teatino per i i disagi dovuti ai guasti elettrici. La situazione sta lentamente tornando alla normalità ma persistono ancora problemi dovuti al forte maltempo che ha abbattuto degli alberi i quali hanno interrotto alcune linee elettriche.

MANOPPELLO SENZA CORRENTE
Il centro urbano di Manoppello da ieri alle 14 circa è senza corrente, tutt'ora non vi è alcun cenno da parte dell'Enel sull’eventuale ripristino dell'erogazione. Inoltre sul territorio comunale si registra una frana sulla SS539 all’ altezza dell'incrocio tra Manoppello e il proseguimento per Serramonacesca (nota come curva di Pard). La frana interessa tutta la corsia sinistra procedendo per Serramonacesca e costringe ad un senso unico alternato con spazio ridottissimo circa 2,50 metri.

GRUPPI ELETTROGENI DELLA CROCE ROSSA
A causa dell'interruzione della fornitura elettrica in molti comuni della provincia di Teramo, oltre che nello stesso capoluogo,  si è dovuto provvedere all'invio di gruppi elettrogeni presso abitazioni in cui risiedono persone collegate a macchine salvavita.
Inoltre, spiega la Croce Rossa, sono state fornite coperte a circa 15 autisti di mezzi pesanti bloccati al freddo nei pressi della barriera autostradale di Basciano.
Altre criticità sono pervenute presso la nostra Sala Operativa tutte prese in carico e risolte, a volte con non poche difficoltà a causa soprattutto dell'interruzione di alcuni tratti stradali dovuta alla caduta di alberi lungo le carreggiate.
Al momento sono impegnate due ambulanze 4x4, una presso l'Unità Territoriale di Teramo e l'altra sull'U.T. di Val Vomano, a disposizione della Centrale Operativa 118, due fuoristrada 4x4 oltre ai Volontari coinvolti nel coordinamento della Sala Operativa. Quest'ultima resterà attivata sino al rientro di tutte le criticità e dello stato di allerta.

PROBLEMI TRENI

Da stamani la circolazione ferroviaria è sospesa in tratti della linea Avezzano-Roccasecca e della linea Pescara-Sulmona a causa della caduta di alberi provocata dal vento. Lo rende noto Trenitalia. In particolare sulla Avezzano-Roccasecca la circolazione è sospesa tra Capistrello e Civitella Roveto: le squadre tecniche di RFI sono al lavoro per rimuovere gli ostacoli; sulla Pescara-Sulmona il traffico ferroviario è invece sospeso fra Avezzano e Sulmona. Non sono stati attivati servizi sostitutivi con autobus per l'impraticabilità delle strade a causa delle bufere di neve. Dalle 7.25 è ripresa la circolazione tra Fossacesia e Porto di Vasto, sulla direttrice Adriatica, fortemente rallentata dalle prime ore del mattino per l'allagamento dei binari dovuto all'esondazione del fiume Osento.

 FAMIGLIE EVACUATE NEL TERAMANO

Tre famiglie sono state evacuate da Valle Cupa, frazione di Colonnella (Teramo) per il rischio smottamento della collina sovrastante la loro abitazione. Le abbondanti piogge delle scorse ore hanno reso friabile il terreno per questo il sindaco, Leandro Pollastrelli, ha emesso un ordinanza di sgombero. Undici persone hanno trovato una sistemazione provvisoria.

 Nella stessa zona, a confine con le Marche, il fiume Tronto ha eroso gli argini ed ora scorre ad un metro dalla carreggiata. A breve inizieranno i lavori di rinforzo degli argini per 200mila euro di spesa. La viabilita' in provincia di Teramo resta difficile. Molte le strade chiuse e diversi gli alberi abbattuti, alcuni dei quali, sulla Ss16 a Giulianova (Teramo). A Teramo, un altra famiglia e' stata fatta evacuare dopo che sulla loro abitazione e' caduto un albero di grosso fusto. L incidente e' avvenuto nel quartiere Gammarana a Teramo. In Val Vibrata, i sindaci stanno preparando la lista dei danni da presentare alla Regione che ha avviato la procedura per il riconoscimento dello stato di calamita'.

 RISISTEMA TETTO E CADE, MUORE ANZIANO NELLA MARSICA

Cade dal tetto mentre cerca di risistemare le tegole e muore. La tragedia e' avvenuta nel primo pomeriggio di oggi a Magliano de' Marsi. Tonino De Carolis, 69 anni, aveva avuto dei problemi al tetto a causa del maltempo che ha flagellato il Comune della Marsica. Ha preso la scala ed e' salito per risistemarle. Probabilmente ha perso l'equilibrio mentre si trovava sul tetto, e' caduto ed ha sbattuto la testa. Inutili i soccorsi, l'anziano e' morto sul colpo. Sul posto sono intervenuti oltre al personale del 118 in elicottero anche i carabinieri.


***VIABILITA' IN TEMPO REALE SU A24 E A25

*** VIABILITA' IN TEMPO REALE SULLE AUTOSTRADE

*** VIABILITA' IN TEMPO REALE SULLE STRADE

*** LA SITUAZIONE SULLE STRADE ANAS



ORTONA - www.meteotorre.it


CAMPO IMPERATORE -GRAN SASSO

PASSOLANCIANO


OVINDOLI-MONTE MAGNOLIA
SAN SALVO


 FARA SAN MARTINO - www.dilullo.it

GESSOPALENA- www.ipcam.progettosuono.com

              
VILLALAGO - 

ALBA ADRIATICA - www.lapinetina.it


ALFEDENA - www.comune.alfedena.aq.it

CAMPO DI GIOVE - www.abruzzometeo.it


PESCARA

CAPESTRANO - www.comunedicapestrano.it


CAPPADOCIA - www.cappadociaweb.it

PESCASSEROLI -www.pescasserolionline.it


PESCOCOSTANZO - www.pesconline.it
RIVISONDOLI - www.comune.rivisondoli.aq.it

ROCCA DI MEZZO - www.unirest.it



ROSETO -www.camping.it

TORREVECCHIA TEATINA - www.torrevecchiameteo.it


PESCARA - www.pescarameteo.it

CAPESTRANO 

 
PESCARA - www.pescarameteo.net

TORREVECCHIA (CH) - www.meteotorre.it


PINETO

Majella - www.pescarameteo.net


Torrevecchia - www.meteotorre.it