Avezzano. Comitato contro i miasmi dei rifiuti e la paura di un inceneritore

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2033

AVEZZANO. Un comitato di cittadini che protesta contro i miasmi dovuti alla lavorazione di rifiuti. Puzzo che si espande per una vasta area. Il problema però è quello della salute pubblica.

I cittadini di Borgo Incile e dintorni, da ormai quattro anni, subiscono gli insopportabili miasmi della EcoCompost-Marsica srl, ubicata in Strada 46 nel Comune di Avezzano, a ridosso del Parco dell’emissario del Fucino.

Il comitato –oltre a contestare gli immaginabili disagi- si domanda anche se non sia il caso di effettuare controlli per scongiurare che non vi siano sostanze nell’aria nocive alla salute.

I miasmi investono in pieno anche l’abitato della Petogna del comune di Luco dei Marsi ed, ovviamente, una vasta area del Fucino compresa tra Borgo Via Nuova, Via Trara e Luco dei Marsi stesso.

«La situazione è diventata intollerabile», spiega il comitato spontaneo di Borgo Incile di Avezzano, «prima di tutto sotto il profilo della salute pubblica e della vivibilità e praticabilità stessa di tutta l’area. La puzza è veramente nauseante e comincia ad avere serie conseguenze sulla salute delle persone, non ultima quella mentale. Inoltre, ci sembra evidente anche il danno economico su tutte le attività presenti sul territorio: dalla ricezione alla ristorazione, all’artigianato, all’edilizia e all’agricoltura (a proposito di agricoltura di qualità e di marketing territoriale!)».

I cittadini parlano di un vero e proprio «castigo» e si domandano chi ne sia l’autore. «Perché, nonostante tutti i passi, gli esposti, gli incontri che abbiamo fatto, questo problema di non difficile soluzione, non si risolve?», si domanda ancora il comitato di residenti. Inoltre ci sarebbe un’ulteriore minaccia per i cittadini di Borgo Incile e di tutta la Marsica: si parla sempre più insistentemente della costruzione di un inceneritore proprio tra le abitazioni e sempre a ridosso del Parco dell’emissario del Fucino. Ma finora -oltre una certa volontà politica- non vi sono stati ancora atti formali e certi per la costruzione dell’impianto.  

Di questi problemi si parlerà presso la Proloco di Borgo Incile di Avezzano alle ore 20.30 del 20 settembre 2010 in una assemblea pubblica e aperta a tutti.

16/09/2010 12.43