Spoltore, aumenta ancora l'inquinamento dell'aria

Superamenti di altri 3 punti in 28 giorni. Il Comitato No rifiuti diffida Comune e Regione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2475

Spoltore, aumenta ancora l'inquinamento dell'aria
SPOLTORE. La centralina del rilevamento della qualità dell’aria a Spoltore, schizza ancora verso l’alto.

Secondo i dati Arta aggiornati al 14 settembre, a Spoltore si è registrato il superamento di valori di micro polveri (Pm10) di 90 volte la soglia consentita. Tre punti in più rispetto agli 86 superamenti registrati al 17 agosto scorso, 11 in più rispetto ai 78 superamenti di luglio.
Il Comitato No Rifiuti lancia l’allarme, bacchetta il sindaco e prepara una diffida per Comune e Regione.

«IL SINDACO SE NE INFISCHIA»
Per il Comitato No Rifiuti, il Comune non ha adottato alcuna misura di emergenza come il blocco del traffico previsto in questi casi. Peggio ancora, osserva il Comitato, «è stato il solo assente all’incontro con Wwf, Italia Nostra, Abruzzo Social Forum, Comitato No rifiuti, Comune di Pescara e San Giovanni teatino, organizzato per discutere le azioni da intraprendere per una migliore qualità dell’aria nell’area metropolitana e per la delocalizzazione del cementificio».
«Spoltore, magari è impegnata a progettare qualche altro centro commerciale», ha detto il Comitato, «la sua assenza non ha nessuna giustificazione, nessuno dei partecipanti è stato convocato ufficialmente; quando si tratta di questioni che riguardano la salute pubblica non si può far riferimento alle forme burocratiche di una lettera invito. Spoltore ha perso una occasione per stare dalla parte dei cittadini, infischiandosene della loro salute e dimenticando, questo è ancor più grave, che il sindaco ne è il primo responsabile».
Dopo aver appreso dei superamenti registrati ad agosto, il sindaco Luciano Di Lorito, ha espresso la sua disponibilità nel risolvere la situazione precisando però che il Comune non può fare tutto da solo.

LA DIFFIDA
Il Comitato mercoledì prossimo depositerà una diffida nei confronti della Regione Abruzzo e del Comune di Spoltore affinchè procedano all’immediata attuazione al Piano di Risanamento della qualità dell’aria.
m.b.