STALKER ARRESTATO

Perseguita ex compagna e la minaccia di morte, arrestato

Proiettili e insulti anche al nuovo compagno della donna

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1722

Perseguita ex compagna e la minaccia di morte, arrestato
L’AQUILA. Era ormai diventato un incubo. Nel vero senso della parola. Le minacce non si contavano più. Minacce di tutti i tipi anche con una pistola o con l’invio di proiettili per posta.

La vita era ormai diventata impossibile per una donna e madre che forse oggi può tornare a tirare un sospiro di sollievo.
Infatti ieri è stato arrestato dalla polizia de L’Aquila P.G., 28 anni, padre del figlio della donna nonché ex compagno.
L’arresto arriva dopo una lunga indagine nella quale gli inquirenti hanno appurato che l’uomo si era reso protagonista di reiterate molestie, ingiurie, danneggiamenti e minacce di morte - concretizzatesi anche mediante l’utilizzo di una pistola, nonché attraverso l’invio di proiettili.
Una rabbia così intensa sarebbe stata scatenata, sostiene l’uomo, dal fatto che la ex compagna non gli facesse vedere sufficientemente il figlio.
Gli approfondimenti investigativi sono partiti in seguito a quanto formalmente denunciato ai poliziotti della Mobile dalla donna, lo scorso gennaio.
Nella circostanza, la vittima visibilmente agitata, aveva riferito delle molteplici e gravi minacce subite sia da lei che dal nuovo compagno anch’egli minacciato di morte con una pistola.
In un’occasione l’uomo arrestato aveva fatto pervenire all’ex suocera alcuni proiettili destinati alla figlia. In un'altra circostanza lo stalker, dopo aver seguito la ex moglie ed averla vista insieme al suo compagno fare ingresso in un ristorante, l’aveva insultata pubblicamente.
Proprio il compagno della ex moglie, all’uscita del ristorante, nel tentativo di calmare l’uomo è stato nuovamente minacciato di morte.
In un'altra occasione, dopo aver seguito la donna che si trovava con il compagno, l’arrestato li ha minacciati nuovamente mostrando loro la pistola che portava infilata nella cintola del pantalone.
Appena appreso quanto accaduto relativamente all’ultima grave minaccia, i poliziotti hanno effettuato una perquisizione domiciliare presso la residenza dell’arrestato rinvenendo una replica fedele d’una pistola semiautomatica Beretta calibro 9x21 priva di tappo rosso, occultata in un armadio della camera da letto.
Il giovane ha ammesso d’aver usato l’arma per intimidire l’ex coniuge ed il suo nuovo compagno. Per questo ennesimo episodio l’uomo è stato di recente denunciato alla Procura della Repubblica. Il pm D’Avolio ha avanzato la richiesta di custodia cautelare nei confronti dello stalker. Il gip ha firmato e per lui si sono aperte le porte del carcere.