Comune Avezzano, «il consigliere Fracassi è ineleggibile»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2400

AVEZZANO. Ernesto Fracassi, che dovrebbe subentrare a Lorenzo De Cesare (Alleanza Nazionale), non può essere nominato consigliere comunale.

Lo scrive in una nota indirizzata al Comune di Avezzano (destinatari il sindaco Floris, il segretario comunale e i consiglieri tutti) Franco Botticchio del Martello del Fucino.

Per Botticchio, infatti, Fracassi «ricade in situazione di incompatibilità» in quanto è consigliere di amministrazione dell'Aciam, la società di gestione dei rifiuti, che ha come scopo statutario quello di svolgere una pluralità di servizi nell'interesse dei comuni soci e dello stesso Comune di Avezzano.

E proprio qui starebbe l'intoppo in quanto secondo l'articolo 63 del Testo unico degli enti locali «non può essere nominato sindaco, presidente della Provincia, consigliere comunale colui che come amministratore, titolare o dipendente ha parte in servizi nell'interesse del Comune».

Botticchio ricorda anche che negli anni scorsi la prefettura de L'Aquila si era espressa su un caso analogo bocciando la nomina.

Il consigliere comunale, infatti, si troverebbe in conflitto di interessi «potendo contemporaneamente partecipare alle delibere del consiglio comunale sulle stesse convenzioni con la società di cui fa parte».

«E' palese in questo caso il conflitto di interessi», continua Botticchio che chiede formalmente che il segretario comunale esprima «il proprio parere sul caso e che venga attivato immediatamente nella seduta consiliare di oggi il procedimento ex articolo 69 del decreto legislativo 267/2000 (il decadimento della nomina) con conseguente preclusione della trattazione di altri argomenti nella seduta medesima fino a quando non si sia ricomposto il plenum del Consiglio comunale.  

19/02/2011 10.59