Trasporto pubblico, Campo di Giove: «noi isolati dopo la soppressione del Sulmona-Napoli»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1603

ABRUZZO. Da Campo di Giove l'accorato appello dei consiglieri comunali: «siamo isolati, si ripristini servizio ferroviario»

Donatella Capaldo, capogruppo del Pd al Consiglio comunale di Campo di Giove, accompagnata dai consiglieri Pasquale Mariani e Liborio D'Amore hanno incontrato ieri il vicepresidente del consiglio regionale Giovanni D'Amico per illustrare il grave disagio che si registra nel Comune montano in seguito alla soppressione del collegamento ferroviario  Sulmona-Napoli.
Il vicepresidente D’Amico  si è fatto così tramite delle loro istanze, organizzando, a margine della seduta pescarese del Consiglio Regionale,  un breve incontro con l'assessore ai Trasporti Giandomenico  Morra. 
«La realtà del nostro Comune – ha spiegato Donatella Capaldo - è stata isolata dalla soppressione del collegamento ferroviario facendo registrare oltre ai gravi disagi dei lavoratori pendolari anche pesanti ricadute sull'economia turistica del nostro territorio. Abbiamo così prodotto una documentazione relativa  ai danni economici, soprattutto evidenziati nel turismo, una delle fonti pincipali di reddito delle nostra zona, ed  oltre 1000 firme  di cittadini  che denunciano il disagio quotidiano nei collegamenti con le sedi di  lavoro .  Grazie al supporto del vicepresidente Giovanni D'Amico, abbiamo avuto modo di consegnare  ed illustrare tale documentazione personalmente all'assessore regionale ai trasporti». 
L'assessore Morra si è detto disponibile a valutare le istanze dei consiglieri comunali di Campo di Giove ed ha accolta anche la richiesta di D'Amico di produrre una risposta tecnica scritta alle richieste di ripristino immediato del collegamento ferroviario.

«Confido dunque- conclude il vicepresidente D'Amico - in una risoluzione del problema in tempi rapidi»

Sempre ieri mattina l'assessore Morra ha risposto all’interpellanza sul trasporto pubblico locale presentata dal consigliere regionale Claudio Ruffini.
 Nell’interpellanza il consigliere del Pd ha ricordato che in sede di   conferenza Stato-Regioni del 16 dicembre 2010 il Governo si è impegnato   ad assicurare oltre ai 425 milioni di euro per il Tpl, ulteriori 75  milioni di euro, per un totale di 500 milioni di euro destinati a  compensare la riduzione dei servizi regionali di Trenitalia. Inoltre 
 altri 400 milioni di euro verranno destinati al Tpl recuperando una  quota delle risorse aggiuntive per il Fondo Sociale.
«Visto che la situazione dei tagli al Tpl ad oggi si è evoluta in senso  positivo, ho chiesto a Morra se non fosse il caso di rivedere l’aumento  dei prezzi dei biglietti e la riduzione dei servizi» dice Ruffini.
 L’assessore ha risposto che l’Abruzzo si ritrova applicata la  percentuale di tagli al TPL più bassa d’Italia e che il miglioramento   derivato dai nuovi trasferimenti a questo settore  dovrà essere valutato  ed elaborato in futuro, cercando di eliminare le situazioni di  conflittualità ancora presenti tra i territori.

09/02/2011 8.26