Amministratori di Campotosto nei guai per una struttura turistica mai utilizzata

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1742

Amministratori di Campotosto nei guai per una struttura turistica mai utilizzata
CAMPOTOSTO. Oltre 300mila euro per finanziare una struttura turistica che però non è mai partita. Dove sono finiti i soldi?

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di L’Aquila, nell’ambito di autonoma attività di polizia economica e finanziaria, hanno segnalato questa mattina alla Procura Regionale della Corte dei Conti per l’Abruzzo 5 amministratori locali del Comune di Campotosto, ritenuti responsabili di un danno erariale pari a euro 306.000.

Le indagini hanno rivelato che le aree attrezzate, realizzate per il campeggio, impiegando sia fondi propri, sia fondi comunitari, erano poi state lasciate in totale stato di abbandono e di degrado.  La struttura, completata nel 2006, non risulta essere mai stata posta in funzione. Tale circostanza, oltre a privare il territorio locale di uno strumento di sviluppo turistico ed a sottrarre alla collettività la possibilità di fruire dei relativi servizi, ha privato l’ente stesso della opportunità di trarne diretti benefici economici.

Viene quindi contestata dalle Fiamme Gialle «l’evidente dispregio dei principi di efficacia, efficienza ed economicità» che dovrebbe caratterizzare l’operato delle Pubbliche Amministrazioni.

L’attività svolta dalla finanza aquilana va a supportare quella della magistratura contabile la quale ha più volte stigmatizzato casi di opere incompiute oppure ultimate e mai utilizzate che hanno comportato l’impiego di ingenti risorse finanziarie provenienti, in ultima istanza, dalle tasche dei cittadini contribuenti.

Infatti, la realizzazione di tali opere, se le stesse non vengono mai rese fruibili per la collettività, non esime i pubblici amministratori dalla responsabilità contabile per danno erariale.

13/01/2011 12.30