Pd della Provincia de L’Aquila:«prorogare tutti i contratti di collaborazione»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2358

L’AQUILA. Il 31 dicembre prossimo scadranno i contratti di collaborazione a tempo determinato del personale impiegato presso la Provincia dell’Aquila.

Decine e decine di persone, dopo anni di prestazioni professionali presso tutti i settori della Provincia, da un giorno all’altro si troveranno senza un reddito e una prospettiva dopo anni di prestazioni lavorative qualificate ed essenziali per il funzionamento ordinario e straordinario dell’Ente.

Per il Pd si tratta di «un altro dramma sociale che si aggiunge a quello già tremendamente pesante che sta vivendo L’Aquila e l’intero territorio provinciale per la ferita inferta dal sisma e dalla crisi del sistema produttivo ed economico».

«A questa emergenza», spiega in una nota il gruppo consiliare Pd, «la Giunta Provinciale Del Corvo, ad oggi, ha risposto con atti parziali, insoddisfacenti e non risolutori della problematica nella sua interezza: avviando selezioni dalle dubbie finalità e per creare nuovi precari. A nulla sono valsi appelli, incontri, richieste di proroghe e discussioni in Commissione Lavoro e Consiglio Provinciale, come se i lavoratori della Provincia, a differenza di altri, dovessero scontare un “peccato” di provenienza non gradito all’attuale Amministrazione Provinciale, dimenticando che parliamo di persone con una dignità umana e professionale da rispettare e salvaguardare».

 Un atteggiamento non comune a molti altri enti territoriali, dove in questi giorni molti altri contratti nelle medesime condizioni vengono nuovamente rinnovati. E’ successo al Comune de L’Aquila e in altri comuni.

«Non si può rimanere in silenzio di fronte ad uno scenario così fosco per le prospettive di vita», dice il Pd, «per il futuro di tantissime persone alle quali viene tolto ciò che la nostra Costituzione considera bene primario: il lavoro».

Il Gruppo Consiliare del Pd, ha rivolge nuovamente un invito all’Amministrazione Provinciale «affinché si adoperi per evitare una conclusione così traumatica per i lavoratori interessati, rinnovi o proroghi i contratti o richiami subito tempi indeterminati e determinati secondo le nuove graduatorie in itinere, utilizzando le risorse del POR e di altra derivazione o progetti».

Se non si provvederà in questi giorni, con gli atti propri che la Giunta, di concerto con le organizzazioni sindacali lo stesso partito chiederà che la Commissione Lavoro, alla ripresa dei lavori, prima di ogni altra cosa, si occupi dei precari della Provincia, riproponendo la proroga generalizzata per il 2011 degli attuali contratti di collaborazione.

28/12/2010 15.48

PDL:«Il PD FA POLEMICHE STRUMENTALI E FUORVIANTI»

Dichiarazioni «strumentali» quelle del Pd secondo il Pdl oltre che «fuorvianti».

Secondo il centrodestra la giunta Del Corvo avrebbe dai primi mesi dall’insediamento cercato soluzioni possibili.

 In particolare, in una nota dei capigruppo di maggioranza al consiglio provinciale, Armando Floris, Gino Fosca, Andrea Gerosolimo, Paolo Federico e Leonardo Gattuso si legge lo sdegno del centrodestra verso la minoranza che descrive una realtà parallela a solo scopo strumentale.
«Teniamo a precisare che con i fondi Por richiesti alla Regione Abruzzo e appena ufficializzati – affermano i capigruppo alla maggioranza – saremo in grado di mantenere l’occupazione con contratti a tempo determinato per oltre il 90% dei precari extra terremoto. Ricordiamo, inoltre, che la Provincia dell’Aquila con accordo sindacale firmato anche dalla CGIL sta stabilizzando 20 persone e che il Comune dell’Aquila ha prorogato i precari post terremoto, grazie all’ordinanza del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, la stessa che ha permesso la proroga dei contratti dei precari di Abruzzo Engineering, che lavorano in Provincia».
«Sorge, poi, il dubbio», aggiungono i consiglieri, «di come sia possibile che la precedente amministrazione
capitanata proprio dal Partito Democratico, non sia stata in grado di porre dei rimedi alla situazione dei precari dell’ente, situazione ben radicata nella storia della Provincia dell’Aquila. Quasi, verrebbe da pensare che il “tempestivo” interesse degli esponenti di centrosinistra al Consiglio Provinciale, non sia dettato da una reale attenzione ai problemi dei dipendenti, ma solo e soltanto al fine di screditare il fattivo impegno del Presidente Del Corvo e della Giunta tutta. Di cattivo gusto  - chiosano i capigruppo – usare le vite dei lavoratori come arieti per battaglie politiche tese all’acquisizione di qualche consenso».

28/12/2010 18.29