Programma Fondo Famiglia: nasce il Registro delle Badanti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1401

SULMONA. Firmato questa mattina in Comunità Montana Peligna il protocollo d’intesa.

Con la firma del protocollo d’intesa tra Comune di Sulmona, Comunità Montana Peligna, Provincia dell’Aquila, CGIL, CISL, UIL, ASL dell’Aquila, Centro Servizi per il Volontariato, Cooperative Horizon Service e Nuovi Orizzonti Sociali, e Associazione Maria Teresa, nasce ufficialmente il Registro delle Badanti.

A darne notizia sono stati il presidente della Comunità Montana Peligna, Antonio Carrara, e il vice sindaco e assessore alle Politiche Sociali del Comune di Sulmona, Enea di Ianni, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte anche il neo assessore provinciale al Lavoro, Francesco Paciotti, e i rappresentanti delle altre organizzazioni coinvolte.

«Dopo una lunga concertazione con le organizzazioni pubbliche e private locali, maggiormente interessate dalle dinamiche del mercato dei servizi privati di assistenza familiare – hanno dichiarato Di Ianni e Carrara –  siamo giunti alla definizione di una governance comune dei servizi. Abbiamo cancellato inutili sovrapposizioni e unito le forze per la creazione di una rete che sostiene le famiglie con anziani in condizioni di fragilità e le badanti del nostro territorio».

Collegato alla rete dei servizi è istituito il Registro, un elenco territoriale delle Assistenti familiari che le famiglie alla ricerca di badanti possono consultare per trovare le professionalità più adatte alle loro esigenze. Dal momento che l’iscrizione all’Elenco è vincolata al possesso di una serie di requisiti minimi, esso rappresenta uno strumento di garanzia per le famiglie in merito all’esperienza e all’affidabilità delle assistenti familiari. Parallelamente, le badanti che si iscrivono godono di adeguata visibilità e tutela nel mondo del lavoro.

«Nei mesi scorsi – hanno proseguito Di Ianni e Carrara – con l’assistenza tecnica di Lynx, abbiamo provveduto alla formazione qualificante delle aspiranti badanti, all’organizzazione di eventi seminariali di sensibilizzazione e abbiamo lavorato alla definizione di una rete territoriale. Grazie alle sinergie attivate, i cittadini appartenenti al territorio sulmonese e a quello dei comuni ricadenti nei confini della Comunità Montana potranno ottenere informazioni, assistenza fiscale e contributiva, consultare e iscriversi al Registro in più punti di accesso distribuiti fittamente nella Valle Peligna».

Oltre, infatti, agli sportelli attivi presso Comunità Montana e Comune,  si potranno ricevere informazioni e assistenza presso i Centri per l’Impiego, i sindacati, la sede Asl di Sulmona, le cooperative Horizon Service e Nuovi Orizzonti Sociali, il CSV, l’associazione Maria Teresa e i Segretariati Sociali dei Comuni di Anversa degli Abruzzi,Bugnara, Campo di Giove, Cansano, Cocullo, Corfinio, Introdacqua, Pacentro, Pettorano sul Gizio, Pratola Peligna, Prezza, Raiano, Roccacasale, Scanno, Villalago e Vittorito.

«Ci auguriamo – hanno concluso i due amministratori – che quanto realizzato finora possa proseguire con il Programma 2008 del Fondo Famiglia, in via di approvazione da parte della Regione».

14/12/2010 13.53