Gestione Aeroporto dei Parchi, legittimo l'operato del Comune

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

962

L'AQUILA. Il Tar ha respinto il ricorso della Saga. E’ stata regolare la procedura con cui il Comune dell’Aquila ha aggiudicato all’Air Vallè la gestione provvisoria dell’aeroporto dei Parchi, situato nell’area di Preturo.

 Lo ha stabilito il Tribunale amministrativo regionale per l’Abruzzo, che ha condannato la ricorrente, la Saga, anche al pagamento delle spese di lite.

«Soddisfazione» è stata espressa, per la decisione del Tar, dall’assessore delegato all’aeroporto, il vice sindaco Giampaolo Arduini.

Il Tribunale amministrativo ha dunque ritenuto legittimo il percorso seguito dall’amministrazione comunale che aveva portato, a cavallo tra la fine di novembre dello scorso anno e il mese di marzo di quest’anno, al perfezionamento di tutti gli atti per l’affidamento della gestione provvisoria dello scalo alla holding valdostana (che per la gestione medesima ha costituito un’apposita società, l’Adva, Aeroporti della Valle d’Aosta), rappresentata nella causa dagli avvocati Riccardo Lopardi e Alberto Marconi.

«Un provvedimento che fa il paio con quello dello scorso anno – ha affermato Arduini – che aveva definito come legittimo il rientro in possesso dell’aeroporto da parte della Municipalità. Segno evidente del lavoro ottimo e, allo stesso tempo, trasparente e lineare svolto dagli uffici comunali. Eccellente anche l’operato dell’ufficio legale del Comune, che ha egregiamente difeso l’ente».

«Questi continui ricorsi – ha aggiunto Arduini – hanno tenuto ingessato il programma di sviluppo dello scalo e il completamento del procedimento per la sua gestione definitiva. Ora non dovrebbero esserci più ostacoli per il raggiungimento di traguardi ambiziosi, dando corpo a quegli interventi realizzati per il G8 del luglio dello scorso anno, in buona parte ottenuti grazie a un finanziamento di 2 milioni di euro che l’Amministrazione comunale aveva già ottenuto nel 2008»

Nei prossimi giorni si ripartirà con i lavori di completamento dell’aerostazione, per la realizzazione della cosiddetta area sterile, quella cioè in cui si effettuano i controlli necessari alla sicurezza dei passeggeri.

* IL CONTRATTO FIRMATO AD APRILE SCORSO