Omicidio di Capodanno, condannato a 10 anni di reclusione l'assassino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1139

AVEZZANO. Uccise per vendetta dopo festa capodanno un 19enne romeno punito per aver difeso una ragazza.

 

Dieci anni di reclusione con il rito abbreviato, risarcimento danni in sede civile.

E poi ancora provvisionale di 50 mila euro per ognuna delle tre persone costituitesi parte civile, difese da Leonardo Casciere del foro di Avezzano. E' questa la decisione del giudice del Tribunale di Avezzano Claudio Politi, pm Guido Cocco, nei confronti di Adrian Zabuliche, 24 anni, ritenuto responsabile dell'omicidio di Julian Bivolaru, diciannovenne romeno ucciso a Sante Marie (L'Aquila) nella notte dello scorso Capodanno.

L'omicidio sarebbe l'epilogo di una festa sfociata, dopo la mezzanotte, in una rissa per il corteggiamento non gradito di una ragazza.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti Bivolaru e il fratello dell'aggressore hanno cominciato a litigare.

Quest'ultimo, secondo una versione, sarebbe andato in auto ad Aprilia per andare a prendere il fratello. Si sarebbe ripresentato sul posto alle 5 e a quel punto sarebbe avvenuto l'accoltellamento.

Il 24enne romeno avrebbe colpito alla coscia la vittima che sanguinante sarebbe poi uscito dall'abitazione dove era in corso la festa incamminandosi lungo una strada sterrata, per circa 700 metri. Qui sarebbe stato aiutato da alcuni amici connazionali che hanno chiesto l'intervento del 118. All'arrivo dei sanitari i medici non hanno potuto far altro che accertare il decesso. 

17/11/2010 9.35