Nasce l’Istituto tecnico superiore nell’area dell’efficienza energetica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2057

L'AQUILA. 20 soci fondatori per un capitale sociale di 100mila euro. E' nato l’Istituto Tecnico Superiore nell’Area dell’Efficienza Energetica all’Aquila.

E’ stata costituita in data 13 ottobre  la fondazione di partecipazione pubblico e privato per la gestione dell’Istituto Tecnico Superiore con una dotazione di 100.000 euro.

 L’atto fa seguito alla delibera della Giunta Regionale per L’Abruzzo, che sulla base delle proprie competenze esclusive in materia di programmazione dell’offerta formativa, il 30 agosto scorso ha disposto l’istituzione di un ITS nel settore dell’energia per la Provincia dell’Aquila. 

I soci fondatori oltre alla Provincia, sono: l’Università dell’Aquila, 6 Istituti Tecnici e Professionali dell’Aquila e Provincia, 2 Centri di Formazione Professionale,  Aziende private,  Associazioni e Consorzi. «Obiettivo», ha spiegato il presidente Del Corvo, «è quello di favorire lo sviluppo della competitività, la nascita di nuove imprese ed il dialogo tra sistema produttivo e ricerca-università,  attraverso la formazione di tecnici altamente specializzati».

La costituzione dell’Istituto Tecnico Superiore nell’area dell’Efficienza Energetica s’inserisce nel quadro normativo del sistema di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, IFTS,  unico in Abruzzo, che detta anche le linee guida sulla forma giuridica della Fondazione i  cui soggetti fondatori  devono comprendere almeno un Istituto di istruzione secondaria superiore dell’ordine tecnico o professionale che ne costituisce istituzione di riferimento; una struttura formativa accreditata dalla Regione per l’alta formazione, ubicata nella provincia sede della fondazione; un Dipartimento universitario o altro organismo appartenente al sistema della ricerca scientifica e tecnologica, un Ente locale; un’impresa del settore tecnologico cui si riferisce l’ITS.

Il Ministero dell’Istruzione  ha segnalato alla Regione Abruzzo le scuole candidabili per un ITS, indicando fra queste l’ITIS “A. d’Aosta” dell’Aquila per il settore Efficienza energetica.  A presiedere la nuova fondazione, sarà infatti  la professoressa Gianna Colagrande che già dirige l’Istituto indicato dal MIUR.

L’IFTS di l’Aquila sarà un canale formativo di livello post-secondario, parallelo ai percorsi accademici. Sarà caratterizzato da uno stretto collegamento con la realtà produttiva e con il mercato del lavoro, per questo capace di rispondere alla domanda di tecnici specializzati provenienti dai settori portanti dell’economia locale, fra i quali l’efficienza energetica, interessati dall’innovazione tecnologica e dalla internazionalizzazione dei mercati.

Il nuovo istituto si rivolge annualmente  a 20 – 25 diplomati per ogni corso – preferibilmente provenienti dagli istituti tecnici coerenti con il profilo da formare - con requisiti specifici fra i quali la certificazione linguistica e l’ECDL. I prossimi passi della Fondazione riguarderanno l’analisi dei bisogni di innovazione e di formazione delle Aziende, la costruzione del piano formativo che dovrà recepire la parte di curriculo nazionale e l’orientamento presso le scuole  secondarie di secondo grado. Le attività formative inizieranno presumibilmente a settembre 2011.

«Ci dispiace constatare», ha detto il presidente della Provincia, «come nessun Comune abbia aderito ad un’iniziativa che porterà vantaggi in termini di economia locale, nonostante fosse oggetto di una delibera, portata in Consiglio Provinciale ed approvata all’unanimità».

 16/10/2010 9.09