Candelabri rubati alla chiesa di Pizzoli, artigiano denunciato per ricettazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

656

MONTEREALE. I Carabinieri della compagnia di L’Aquila hanno deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione M.A. 45enne, residente a Pizzoli.


I militari della stazione di Montereale, il 5 gennaio scorso, passando nei pressi della fermata degli autobus, hanno notato un uomo che alla vista della pattuglia si defilava dietro la pensilina, tenendo in mano una busta di cellophane, come se volesse nascondere qualcosa.
Insospettiti da tale atteggiamento, M.A. è stato sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di 3 candelabri laccati in oro, occultati all’interno della busta. L’uomo, in merito al possesso del materiale non ha saputo fornire spiegazione tanto che i candelabri sono stati sequestrati.
A conclusione di una serrata attività di indagine, a seguito della presentazione della denuncia da parte del parroco della Chiesa di Santo Stefano Protomartire di Pizzoli Don Claudio Tracanna, si è scoperta la provenienza dei candelabri, asportati dalla chiesa prima del 5 gennaio. I candelabri, dopo essere stati riconosciuti sono stati restituiti al parroco e M.A. è stato denunciato per il reato di ricettazione.
10/01/2012 15:56