SALUTE&ENERGIA

La Commissione Europea vuole scoprire gli effetti sulla salute delle trivelle

Avvia una consultazione pubblica sul parere preliminare

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

385

La Commissione Europea vuole scoprire gli effetti sulla salute delle trivelle

BRUXELLES. La Commissione Europea e il suo comitato scientifico sui rischi sanitari, ambientali ed emergenti (SCHEER) ha pubblicato le indicazioni per redigere un parere preliminare sugli impatti sulla salute pubblica e sui rischi derivanti dalla prospezione e dallo sfruttamento di petrolio e gas nell'UE.

Si tratta di una inchiesta pubblica rivolta all’esterno e richiede la collaborazione di scienziati, studiosi e parti interessate al problema.

La Commissione nota che sebbene più di 1300 sostanze chimiche diverse - alcune delle quali sono cancerogene conosciute - possano essere rilasciate nell'ambiente a seguito di operazioni petrolifere e di gas, fino ad oggi vi è stata una valutazione scientifica molto limitata dei possibili effetti sulla salute nell'UE.

Per questo motivo, è stato chiesto al comitato scientifico di valutare i rischi.

Nel suo parere preliminare, il comitato scientifico conclude che «gli studi epidemiologici esistenti forniscono prove da deboli a moderate che la prospezione e lo sfruttamento del petrolio e del gas a terra comportano rischi sanitari per la popolazione generale».

Indicano anche che il rischio di alcuni tumori e di esiti avversi alla nascita può essere aumentato nelle popolazioni che vivono nei siti di esplorazione e sfruttamento di petrolio e gas.


La commissione dunque sembra voler colmare le lacune scientifiche che si notano negli studi scientifici circa gli effetti sulla salute e chiede al comitato scientifico di stilare


Un inventario centralizzato e armonizzato di tutti i siti di esplorazione e sfruttamento del petrolio e del gas nell'UE;
Studi analitici e di modellizzazione che identificano, quantificano e caratterizzano le miscele dell'esposizione e i loro livelli nelle vicinanze di questi siti;
Studi mirati di biomonitoraggio su popolazioni potenzialmente a rischio;
Studi epidemiologici su larga scala con valutazione dell'esposizione accurata.

Se queste sono le linee guida ora si cercano riscontri, feedback e collaborazioni di tutta la comunità scientifica.


Tutte le parti interessate sono invitate a presentare osservazioni scritte sul parere preliminare entro il 6 maggio 2018 al fine di raccogliere commenti specifici, suggerimenti, spiegazioni o contributi sulla base scientifica del parere, nonché qualsiasi altra informazione scientifica riguardante le domande consentire ai comitati scientifici di concentrarsi su questioni che devono essere ulteriormente esaminate.

Per inviare contributi osservazioni e saperne di più questa è la pagina ufficiale dello Scheer