EMERGENZA

Sisma:continua verifica scuole e case, 610 sopralluoghi

Sindaco Amatrice,accelerare sgombero tende. Perito pm a lavoro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

72

Sisma:continua verifica scuole e case, 610 sopralluoghi



 


ROMA, 9 SET - Proseguono le verifiche su scuole, case ed edifici pubblici nell'area del sisma. Sono 107 le squadre al lavoro e in 12 giorni sono stati effettuati 610 sopralluoghi: su 92 edifici pubblici esaminati, 64 sono risultati agibili, così come il 70% delle scuole. L'apertura dell'anno scolastico è prevista regolare nei comuni colpiti di Marche e Umbria. Ad Amatrice la prossima settimana saranno inaugurati gli spazi e i moduli per ospitare alunni e studenti. Paradossalmente è Rieti, non toccata direttamente dal terremoto, che ha deciso di posticipare l'apertura al 19 in attesa di ottenere i referti di agibilità per tutti gli edifici. Ad Amatrice, dove oggi è arrivata il ministro della Difesa Roberta Pinotti, anche per ringraziare i militari per il loro impegno, sale il malumore e si è anche costituito un comitato. Si temono ritardi. Le temperature minime scendono ormai a 8 gradi. Oggi ha piovuto, anche se brevemente e senza creare particolari problemi. Non ci sono state scosse, ma due notti fa si sono avuti nuovi crolli su edifici pericolanti: del resto l'Ingv ha censito oltre 7.000 scosse dal 24 agosto. La viabilità resta un sorvegliato speciale. Fortunatamente è stato completato il consolidamento del ponte Scandarello: non era chiuso, ma aveva un ridotto limite di carico ora portato a 44 tonnellate. Il sindaco Sergio Pirozzi è preoccupato e punta ad anticipare lo sgombero delle tendopoli: le aree delle stazioni dove posizionare i moduli sono state individuate e la lista trasmessa a Regione e Protezione civile che dovranno decidere. Sul territorio ci sono poi circa 5mila seconde case, su cui dal 6 settembre sono in corso verifiche di agibilità: cento sono state messe potenzialmente a disposizione degli sfollati tramite l'iniziativa "Amatrice solidale". Ascoli Piceno ha istituito un punto informativo presso il Servizio Politiche sociali per dare supporto ai cittadini che hanno le abitazioni inagibili e devono trovare una collocazione in strutture ricettive. E nelle tre province marchigiane colpite dal sisma - Ascoli, Macerata e Fermo - sono a 21.469 le richieste di sopralluoghi avanzate dai privati. In questo 'cantiere' che è il territorio segnato dal terremoto, un segnale di speranza arriva dalle dimissioni dall'ospedale di Giorgia, la bimba di 9 anni salvata dal corpo della sorellina ed estratta dalle macerie. Alle battute iniziali l'inchiesta aperta dalla Procura di Rieti per i crolli: il super consulente Antonello Salvatori, dell'Università dell'Aquila, ha compiuto un primo sopralluogo e a breve riceverà i primi quesiti a cui dovrà dare una risposta.