PA TECNOLOGICA?

Pubblica amministrazione, arriva Pin unico dal 15 marzo

Pronti a sbarcare online 600 servizi

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

483

Pubblica amministrazione, arriva Pin unico dal 15 marzo

ROMA. Tutto pronto per il Pin unico, dalla prossima settimana, precisamente da martedì 15 marzo, cittadini e imprese potranno fare richiesta per ottenere la 'chiave' che permetterà di accedere ai servizi online della P.A, dalle iscrizioni scolastiche alle prenotazioni sanitarie.

Il nome ufficiale è Spid, acronimo che sta per sistema pubblico d'identità digitale, ed è la punta di diamante scelta dal governo per ammodernare la macchina statale. Per il ministro della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, è l'arma giusta per battere la temibile "doppia F: file e faldoni".

La fase di lancio è stata laboriosa, dal progetto ai fatti sono passati circa tre anni, ma ora si punta a recuperare, spingendo sull'acceleratore. Tanto che il direttore dell'Agenzia per l'Italia Digitale, Antonio Samaritani, parla di "sei milioni di utenti" con Spid già per quest'anno e di 600 pratiche burocratiche sbrigabili direttamente con la password da pc o smartphone, senza mettersi in coda allo sportello.

Per adesso sono stati riconosciuti tre operatori abilitati al rilascio dei Pin: Poste Italiane, Tim e Infocert, ma presto la lista potrebbe estendersi (altre due aziende si sono fatte avanti). Fin qui il debutto, per il consolidamento il governo si è dato due anni di tempo, con lo scopo di totalizzare 10 milioni di password entro la fine del 2017.

Stessa scadenza anche per l'allaccio al sistema di tutte le amministrazioni. Per ora si parte con Inps, Inail, Agenzia delle Entrate (anche Equitalia), tre Comuni e sei Regioni. Ma l'ambizione è di rendere Spid valido anche per i servizi dei privati.

Lo scopo è farne «un'infrastruttura che venga adottata anche per l'e-commerce, le banche, le assicurazioni», spiega Samaritani, alla guida dell'Agid, l'Agenzia che vigila su Spid insieme al Garante della privacy, con cui si è lavorato anche per assicurare la non tracciabilità commerciale.

In altre parole chi userà il Pin unico non potrà essere sottoposto a identikit così da ricevere mirati avvisi pubblicitari. Per questa volta, sottolinea Madia nel corso della conferenza stampa di presentazione, «è la P.a che fa da apripista».

 E il meccanismo individuato pone l'Italia «avanti rispetto agli altri Paesi», evidenzia l'ad di Poste Francesco Caio, che è anche tra gli ideatori di Spid (in veste di mister agenda elettronica, era il 2013). Caio inoltre garantisce che «4 milioni sono gli utenti che hanno già tutti gli elementi per dotarsi» del Pin unico. Resta però il problema del digital divide, lo stesso ministro Madia parla di «competenze insufficienti», visti i ranking internazionali, mentre il presidente dell'Inps Tito Boeri, chiarisce: «l'obiettivo resta quello di raggiungere tutti».

 Ecco che Spid va inquadrato in una prospettiva più ampia, che oltre all'alfabetizzazione informatica include anche 'Italia login', il megaportale immaginato per diventare l'interfaccia unica della P.a sul web.

Come si ottiene l’Identità Digitale?

L’identità SPID è rilasciata dai Gestori di Identità Digitale (Identity Provider), soggetti privati accreditati da AgID che, nel rispetto delle regole emesse dall’Agenzia, forniscono le identità digitali e gestiscono l’autenticazione degli utenti.

Per ottenere un’identità SPID l’utente deve farne richiesta al gestore, il quale, dopo aver verificato i dati del richiedente , emette l’identità digitale rilasciando le credenziali all’utente.

Entra con SPID

Ogni gestore può scegliere tra diverse modalità di verifica.

Il cittadino può scegliere il gestore di identità digitale che preferisce.

Attualmente i gestori di identità digitale sono:

 

INFOCERT ID

InfoCert S.p.a

POSTE ID

Poste Italiane S.p.a

TIM ID

Telecom Italia Trust Technologies S.r.l.

 

 

Torna su

Quali servizi per i cittadini

A partire da marzo 2016 i cittadini potranno accedere ai primi servizi online attraverso l'identità unica SPID

 

Servizi SPID