I DATI

Furti d'auto in calo nel 2015, Campania e Lazio al top

A Napoli rubate 47 vetture al giorno, Panda preferita dai ladri

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

54

FURTO AUTO

ROMA.  In calo i furti d'auto. Nel 2015 sono stati 114.121 a fronte dei 120.495 del 2014. Le vetture preferite dai ladri sono le utilitarie del gruppo Fca, Panda in testa. Lo rilevano i dati del Dipartimento della pubblica sicurezza. Nella classifica per regione nel 2015 primeggia la Campania, con 23.682 furti di auto e una percentuale di recuperi del 36%.

Secondo posto per il Lazio con 18.709 sottrazioni ed una percentuale di restituzioni ancora più bassa, che si attesta al 30%. Terzo posto per la Puglia (17.046 furti ed una percentuale di rinvenimenti del 45%), quarto per la Lombardia (15.093 con il 48% dei rinvenimenti), quinto la Sicilia (14.535 ed il 42% di rinvenimenti).

In coda alla classifica si trova invece la Valle d'Aosta con soli 40 autoveicoli rubati nel corso dell'anno, di cui 15 recuperati per una percentuale del 38%; segue il Trentino Alto Adige con 223 furti e 161 rinvenimenti, pari al 72% ed il Molise con 340 auto rubate e 92 rinvenute (27%). Focalizzando poi l'attenzione sui centri abitati, Napoli risulta la prima città italiana per numero di furti di autoveicoli, 17.290 (circa 47 al giorno), con 6.607 auto recuperate (38%); al secondo posto figura Roma, con 17.194 furti d'auto e 4.926 recuperi (28%); terza Milano con 9.115 furti e 3.940 auto restituite (43%).

La provincia più virtuosa, invece, è Belluno, con 19 auto rubate e rinvenimenti pari al 68%. Quanto ai modelli più appetiti dai ladri in testa c'è la Fiat Panda: lo scorso anno sono state 11.632 quelle oggetto di furto, con una percentuale di rinvenimenti del 56%. Infine, in relazione ai mezzi pesanti - 2.275 il totale di quelli rubati nel 2015 ( 2.071 nel 2014) - la regione con più furti è la Sicilia (358 furti), seguita dalla Lombardia (309) e dalla Campania (279). Ma il furto d'auto non è l'unica tipologia di reato ad avere registrato una flessione nel 2015. Secondo dati diffusi dal ministro dell'Interno, Angelino Alfano, lo scorso anno ha fatto segnare un calo complessivo dei delitti del 9%, toccando il minimo del decennio: le rapine, ad esempio, sono calate del 13%, mentre i furti in generale del 9%.