IL FATTO

Latitante abruzzese trovato dai carabinieri seguendo un pacco di pane e olio

Era scappato a Nizza. Fatali i prodotti locali spediti da parenti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2085

Latitante abruzzese trovato dai carabinieri seguendo un pacco di pane e olio





GENOVA. Tradito dai sapori di casa finisce in manette. Per acciuffare i malviventi, Giovanni Falcone aveva insegnato una prassi agli investigatori: seguire il denaro.
Ai carabinieri genovesi, invece, è bastato seguire il pane di casa e l'olio per arrestare un noto truffatore ed evasore latitante a Nizza. A finire in manette è stato Federico Roccetti, abruzzese di 50 anni, condannato a quasi sette anni di carcere per truffa e reati finanziari. L’uomo è stato arrestato della Sezione Catturandi del Nucleo Investigativo di Genova, che per trovarlo hanno seguito un pacco contenente del pane casareccio e dell’ottimo olio di oliva speditogli dai parenti dalla sua terra natale, l’Abruzzo.
L'uomo era scappato in Francia, dopo avere vissuto per anni nel ponente ligure. Roccetti si era specializzato nel settore delle truffe e-commerce e attraverso società con sede all'estero, domicilio fiscale negli Abruzzi e centri operativi in Liguria, proponeva su internet vendite di prodotti a prezzi abbordabili, che però si rivelavano veri e propri 'bidoni'. Internet è pino di segnalazioni di utenti che invitano a non acquistare prodotti da lui e che dopo aver pagato non hanno mai ricevuto la merce.
Negli ultimi tempi l’uomo aveva anche iniziato a non versare l'Iva allo Stato. Gli investigatori sono arrivati al nuovo domicilio di Roccetti, una lussuosa casa sul lungomare di Nizza, dove si era trasferito. La lontananza da casa evidentemente veniva colmata rifocillandosi con prodotti della sua terra che però gli sono stati fatali. Verrà estradato dalla Francia e trasferito nel carcere di Sanremo.