CONCERTI

Musica. ‘Il Volo’ in concerto a Pescara

Il 5 settembre ore 21 teatro D’Annunzio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5736

Musica. ‘Il Volo’ in concerto a Pescara





PESCARA. Dopo New York e il Madison Square Garden, un tour con 15 date negli Stati Uniti, dopo l’Arena di Verona con Anastacia, dopo due seguitissimi appuntamenti da Bruno Vespa, all’interno di una sorta di never ending tour che li porta dalla Russia al Sud America, da una apertura di concerto per Barbra Streisand a un incontro con Quincy Jones, il trio Il Volo sarà finalmente in Abruzzo, a Pescara.

L’appuntamento è fissato per venerdì 5 settembre alle 21 al teatro D’Annunzio.
Sarà l’occasione per ascoltare dal vivo Gianluca Ginoble, abruzzese di Montepagano di Roseto, Piero Barone e Ignazio Boschetto (entrambi siciliani, il primo di Naro-Agrigento e il secondo di Marsala - Trapani).
La data pescarese è ancora più significativa visto che sarà l’unica del centro Italia. Gli altri appuntamenti della breve serie di concerti italiani sono infatti Taormina, 20 e 21 luglio (teatro Greco); Napoli, 12 settembre (arena Flegrea) e Marostica, 16 settembre (piazza Castello).
I biglietti sono già disponibili nel circuito CiaoTicket e per la data pescarese già cominciano ad arrivare decine di prenotazioni (il teatro D’Annunzio del capoluogo adriatico ospita oltre 2 mila spettatori). Ovvio l’interesse degli abruzzesi visto che Gianluca Ginoble continua ad abitare a Montepagano di Roseto insieme alla famiglia e torna a casa appena può. Il papà Ercole lo segue spesso anche se, ormai, Gianluca è diventato adulto e comincia a muoversi autonomamente.
I prezzi vanno dai 35 ai 55 euro a seconda della posizione del posto.
A giorni una conferenza stampa a Pescara con i tre artisti presenterà ufficialmente la serata abruzzese.

DA ‘TI LASCIO UNA CANZONE’ ALL’AMERICA
Il trio Il Volo si è costituito, quasi per gioco, durante la trasmissione “Ti lascio una canzone” di Raiuno, con la conduzione di Antonella Clerici, nella primavera 2009. Allora Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble avevano rispettivamente 16, 15 e 14 anni e si erano presentati ognuno singolarmente alla gara canora. Dopo poche puntate, però, gli autori e i preparatori musicali hanno avuto l’idea di farli esibire in trio. Subito dopo arrivarono in loro aiuto due corazzate della musica: Tony Renis e Michele Torpedine.
Non è un caso che sotto la guida di Renis e Torpedine il trio sbanca gli Stati Uniti. Nel 2010 Quincy Jones li ha voluti al concerto per raccogliere fondi da destinare alle famiglie colpite dal terremoto di Haiti, e da lì in poi è stato un susseguirsi di inviti, nei principali show televisivi statunitensi, nei concerti di artisti celebri, e di esibizioni davanti a migliaia di spettatori.
Esemplare l’amicizia con Barbra Streisand che li ha praticamente adottati artisticamente. Humberto Gatica ha prodotto con Renis il primo disco, lanciato a livello internazionale il 30 novembre 2010. Negli ultimi tre anni i tre ex ragazzini (oggi sono adulti e vaccinati e, ovviamente, con una voce ben diversa da quella ascoltata nel talent della Clerici) hanno fatto la spola tra Italia, Europa, Stati Uniti, Sud America. Ovunque hanno riscosso successo di pubblico, in particolare quello giovanissimo e femminile, e di critica.