LUTTO

Esercito: alpino di Pescara cade nel vuoto e muore su Dolomiti

Durante marcia di esercitazione, era del Settimo Reggimento

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3699

Esercito: alpino di Pescara cade nel vuoto e muore su Dolomiti


SOSPIROLO (BELLUNO). Un alpino del Settimo Reggimento, di stanza a Belluno, è morto oggi scivolando nel vuoto durante una marcia di esercitazione lungo la normale dello 'Spiz Vedana', sulle Dolomiti. Lo rende noto il Soccorso Alpino e speleologico del Veneto. La vittima è un giovane di 28 anni, originario di Pescara.
L'incidente è avvenuto a circa 900 metri di quota, nella fase di discesa. Il giovane è precipitato per circa 150 metri. Tre compagni l'hanno subito raggiunto, ma per il 28enne non c'era più nulla da fare.
Dato l'allarme al 118, sul posto è stato inviato un elicottero del Suem di Pieve di Cadore, mentre una squadra del Soccorso alpino di Belluno si preparava a intervenire in supporto alle operazioni. Il medico giunto sul luogo dell'incidente non ha potuto che constatare il decesso del militare.

ADDIO A WILLIAM

Il militare morto nel Parco delle Dolomiti Bellunesi è il primo Caporal Maggiore Williams Tracanna, effettivo al 7/o Reggimento Alpini. Lo rende noto lo Stato maggiore dell'Esercito.
Il militare era impegnato, con il proprio reparto, in un'ascensione lungo la via normale del Piz de Vedana quando, per cause in corso di accertamento, è caduto in un dirupo. Sul posto è intervenuto il personale del soccorso alpino che ha recuperato il corpo del militare.
Il primo Caporal Maggiore Tracanna, 28 anni, celibe, era originario di Pescara. Entrato a far parte dell'Esercito nel 2006, aveva svolto, con il 7° Reggimento Alpini, due missioni in Afghanistan e preso parte all'Operazione "Strade Sicure" sul territorio nazionale.
La famiglia è stata informata.

Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha espresso «profondo dolore e le più sentite condoglianze» ai familiari del giovane alpino Williams Tracanna, morto oggi durante un'esercitazione.
«Addolorata per questa giovane vita così prematuramente spezzata, giunga ai familiari di Williams e all'Esercito Italiano, a nome della Difesa e mio personale, la solidarietà, la vicinanza e il partecipato dolore di chi serve quotidianamente il Paese», afferma.
«Da Ministro e madre, so che la perdita di un proprio caro rappresenta una sofferenza per la quale non esistono parole capaci di dare conforto».