SCACCO ALLO SPACCIO

Abruzzo. Droga dai Balcani, “Operazione Ellenika” scattano sequestri per 5 milioni di euro

La procura Antimafia chiede ed ottiene le misure cautelari reali a carico di 10 dei 71 indagati

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3641

Abruzzo. Droga dai Balcani, “Operazione Ellenika” scattano sequestri per 5 milioni di euro




ABRUZZO. E dopo gli arresti di ottobre arrivano i sequestri. Da questa mattina nelle province di Pescara, Teramo e Chieti, i Carabinieri del R.O.S. hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di beni mobili ed immobili per un valore complessivo di circa 5 milioni di euro.
Il provvedimento è stato emesso dal gip presso il Tribunale de L’Aquila, su richiesta della  Procura Distrettuale Antimafia, nei confronti di una decina di indagati, parte dei 71 destinatari del provvedimento cautelare in carcere, eseguito il 21 ottobre 2013 in Italia, Albania, Kosovo e Bosnia, al termine dell’operazione “Ellenika”.
In particolare le indagini, condotte sotto la direzione della magistratura abruzzese,  avevano consentito di delineare una ramificata struttura transnazionale di matrice kosovaro - albanese, dedita al traffico di centinaia di chili di eroina dall’Albania in Italia, tramite il Kosovo e la Bosnia.
In Albania, il sodalizio era peraltro in grado di approvvigionarsi di eroina afghana direttamente dai fornitori turchi, introducendo poi il narcotico in diversi Paesi europei ed in Italia, ove alcuni connazionali erano incaricati di supervisionare alle periodiche spedizioni, assicurando il collegamento in particolare con gruppi criminali albanesi per la successiva commercializzazione sui ricchi mercati centro-settentrionali; proprio nell’area pescarese, peraltro, era stato individuato il principale snodo per lo smercio dell’eroina introdotta nel nostro Paese.
Le indagini furono avviate nel marzo 2009 a seguito dell’arresto di un corriere italiano intercettato ad Udine con mezzo chilogrammo di eroina.
In una prima fase  dell’indagine si accertò la responsabilità di un primo gruppo criminale nell’importazione,  attraverso la Bosnia, la Croazia e la Slovenia di circa 240 kg. di eroina, destinata a diversi gruppi  acquirenti, italiani e albanesi, radicati in Abruzzo, Lombardia, Emilia - Romagna, Puglia, Friuli Venezia Giulia e Liguria.

TRE DIVERSE ASSOCIAZIONI CRIMINALI
Le indagini hanno poi permesso di accertare l’operatività di tre distinte associazioni criminali. Un gruppo faceva capo ai narcotrafficanti Indrit Dokle e Izet  Krasniqi, costituito principalmente da soggetti di nazionalità albanese, articolato su due cellule, rispettivamente radicate in Albania, tra Durazzo e Tirana, ed in Kosovo, a Prizren, con proiezioni in diverse città italiane, tra le quali Pescara, La Spezia, Milano, Bergamo, Padova, Udine, Asti, Mantova, Firenze, Roma, Ravenna, Imola, Bologna,  Taranto, Bari e Lecce. Un secondo gruppo era capeggiato da Adnan Ilijazagic dedito al trasferimento dei carichi di eroina ed al reclutamento dei relativi corrieri, con basi in Bosnia, a Velika Kladusa, e con proiezioni in tutta Europa.
Un terzo gruppo ruotava intorno alla famiglia di Enzo Gargivolo che aveva ed ha, secondo gli inquirenti, la capacità di gestire ingenti flussi di eroina, attivo in Pescara e nelle province limitrofe.

SEQUESTRO PREVENTIVO DA 5 MILIONI
Il provvedimento di sequestro di oggi scaturisce proprio dagli ulteriori approfondimenti eseguiti dal R.O.S. nei confronti del sodalizio indagato, con l’individuazione di beni immobili e mobili per un valore commerciale di oltre cinque milioni di euro.
Nello specifico 3 immobili sono stati sequestrati a Pescara ed a Teramo , 3 esercizi commerciali sono stati sequestrati a Pescara di cui due attivi nel settore ortofrutticolo ed uno nella compravendita di autovetture, inoltre sigilli anche a 21 auto e moto, riconducibili agli indagati.  
Nel complesso, l’attività ha confermato la propensione delle organizzazioni criminali maggiormente strutturate a reinvestire i proventi derivanti dal traffico internazionale di droga nei settori commerciale ed immobiliare.