INNOVAZIONE

Startup Pescara, ‘Revaluebox’: l’idea che arriva dalla Slovenia vince

L’ha spuntata la piattaforma social per condividere e vendere gli oggetti del passato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3817

Startup Pescara, ‘Revaluebox’: l’idea che arriva dalla Slovenia vince



PESCARA. E’ RevalueBox l’idea innovativa d’impresa che si aggiudica il primo premio dello StartupWeekend Pescara, la maratona di 54 ore per creare startup che si è chiusa ieri pomeriggio all’Aurum di Pescara.
RevalueBox è una piattaforma social attraverso la quale ciascuno può condividere con altri appassionati gli oggetti del proprio passato attraverso la propria virtual box, ovvero scatola virtuale, con lo scopo di riceverne una valutazione economica o un’offerta di acquisto. «Il tuo passato ha ancora molto valore» questo lo slogan del team che ha lavorato all’idea vincitrice proposta da Danjiel Volcic, 33 anni, giovane imprenditore sloveno arrivato dalla città di Sezana fino a Pescara per partecipare alla competizione..
Al secondo posto si è classificato il team di TrackMaster, app con jukebook virtuale che permette di scegliere la musica da ascoltare nei locali attraverso georeferenziazione e realtime per votare i brani.
Al terzo posto la squadra del progetto Kairos, ambiente per la fruizione e l’approccio innovativo di monumenti e musei online. Menzione speciale è stata assegnata invece al progetto Birdie, drone super leggero collegato a software con sistema aereo che acquisisce ed elabora dati di tipo ambientale e geografico localizzandoli sulla mappa.

Premi fuori giuria sono stati assegnati anche al team di 4Cujun (app con gioco che integra la pubblicità al suo interno con prove di interazione grafica e testuale) e alla squadra di SelfieMark (social che utilizza autoscatti, selfie, rendendo taggabili indumenti ed accessori indossati con possibilità di riconoscere stile e risalire a negozio o produttore) che ha vinto la visita ed un colloquio in Accenture Customer Innovation Network.
Tre sono stati i minuti a disposizione di ciascuna delle 15 squadre in competizione per poter esporre la propria idea davanti alla giuria: in totale i partecipanti sono stati 120 al lavoro per 54 ore anche grazie al supporto di esperti e tecnici. A giudicare le idee sono stati Emil Abirascid, giornalista e fondatore di Startupbusiness, Franco Bucciarelli, presidente Giovani Confindustria Ascoli Piceno, Gianmarco Carnovale di Working Capital Roma, Stefano Galassi, Accenture Fashion Innovation Center Lead, Filippo Moroni di Fonderie Digitali, Rocco Micucci, presidente Fira, Federica Chiavaroli, imprenditrice, Amedeo Polidoro, Production Manager Las Mobili, Renato Piccioni, vicepresidente Confindustria Giovani Teramo, Eugenio Amoroso dell’associazione Alumni Bocconi, Edoardo Venturini di Luiss Enlabs e Luca Filigheddu, Head of developer Evangelism EMEA at Blackberry.