DURA LEX

Abruzzo da record per leggi vigenti e nel 2012 ne approva 72

La regione batte tutte le altre. Al secondo posto la Liguria con 52

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1954

Abruzzo da record per leggi vigenti e nel 2012 ne approva 72

Consiglio regionale




ABRUZZO. Nel nome della legge, all’Abruzzo un inatteso primato.
Quello della produzione di norme, un'attività che sembra essere proprio una nostra vocazione tanto da farci conquistare due insoliti record tra tutte le Regioni italiane: quello per il maggior numero di leggi approvate in un solo anno, il 2012; e l'altro legato alla migliore performance come numero complessivo di leggi in vigore.
E' quello che risulta da un approfondito studio messo a punto dall'”Osservatorio sulla legislazione” della Camera dei deputati. Due volumi che, tra le altre cose, stilano queste inedite classifiche delle Regioni italiane. Lo studio, intitolato “Rapporto 2013 sulla legislazione tra Stato, Regioni e Unione europea”, è stato presentato nei giorni scorsi e certifica come il Consiglio regionale abruzzese di nuove leggi nel 2012 ne ha varate ben 72, più di tutti gli altri. Un primato che non sembra un fatto episodico, visto che, con 2.972 leggi, l'Abruzzo risulta anche la Regione con il maggior numero di disposizioni in vigore. 

Cominciamo dall’anno di grazia 2012, quello preso in considerazione dagli studiosi della Camera dei Deputati. Con le sue 72 leggi prodotte, l’Abruzzo è primo in classifica superando la Calabria che ne vanta 70, la Toscana che ne ha varate 65 e un gigante come il Veneto che risulta aver battezzato 55 nuovi testi.
Altre importanti Regioni come Liguria, Marche, Puglia risultano battute rispettivamente con 52, 46, e 45 leggi all'attivo. Due super Regioni come la Lombardia e l’Emilia Romagna risultano invece aver prodotto solo 21 leggi, mentre il Lazio, tra le grandi, risulta addirittura penultimo in classifica con 16 nuove disposizioni. Fanalino di coda, con appena 9 leggi, è una Regione a statuto speciale: il Trentino Alto Adige.

Anche per quanto riguarda l’altro interessante capitolo proposto dal Rapporto dell'Osservatorio della Camera dei Deputati, quello sul numero delle leggi oggi in vigore nelle singole Regioni, l’Abruzzo non ha eguali battendo tutte le altre con le sue 2.972 disposizioni. Una prestazione notevole che le consente di distanziare di oltre 1.200 provvedimenti le migliori piazzate. Chi sono? Innanzitutto il Lazio con 1.740 leggi, seguono Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna e Puglia rispettivamente con 1.112, 1.071, 1.005 e 1.003 leggi. Staccatissime, poi, risultano Calabria (674), Molise (653), la Provincia di Trento (447) e, a sorpresa, una delle Regioni più grandi e non solo come dimensione geografica, la Lombardia, che vanta appena 445 leggi in vigore al 31 Dicembre 2012.
La ragione di questo divario? Sta tutta nel processo di delegificazione e abrogazione di norme più o meno inutili nel quale si stanno applicando in ogni parte d'Italia (compreso lo Stato centrale) e nel quale la Regione lombarda sembra eccellere insieme a Toscana e Valle d’Aosta. Delle 2.161 leggi prodotte in tutta la sua storia, infatti, negli ultimi anni la Lombardia ne ha abrogate ben 1.716, riuscendo a collocarsi proprio sul numero magico di 445.
g.d.n.