IL FATTO

Caro pedaggi A24/A25: scatta la petizione on line

Confcommercio chiede intervista ministro Lupi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1529

Caro pedaggi A24/A25: scatta la petizione on line




ABRUZZO. La Confcommercio di Pescara interviene nuovamente in merito al rincaro (+8%) del pedaggio sull’ autostrade A24 e A25 scattato dallo scorso 1° Gennaio.

Nei giorni scorsi il Pd ha presentato una risoluzione in Consiglio regionale per impedire l’aumento ed il testo è stato inviato per conoscenza al Ministro dei Trasporti Lupi ed alle forze sociali abruzzesi. Per il momento nulla è cambiato.
L’associazione di categoria parla di «aumento vergognoso che non si giustifica in alcun modo» e chiede al Ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, l’immediato ritiro del provvedimento che nella conformazione attuale rischierebbe di affondare la già traballante economia abruzzese mai più ripresasi dopo il terremoto del 2009.

Alla Confcommercio non basta, infatti, la promessa del Ministro inerente lo sconto del 20% per i pendolari che utilizzino per almeno 20 volte al mese l’autostrada; «e a tutti gli altri utilizzatori che cosa rispondiamo? che siccome non prendono l’autostrada tutti i giorni debbono sottostare ad uno scandaloso aumento che sfiora il 10%?»
L’associazione denuncia «la carente manutenzione che da sempre caratterizza sia la A24 che la A25» e fa notare che occorre percorrere oltre cento chilometri partendo da Pescara per incontrare una stazione di servizio dove fare rifornimento e usufruire dei servizi igienici.
«In base a questo, ci saremmo aspettati non solo il blocco delle tariffe ma addirittura una riduzione delle stesse anche in considerazione dei costanti disservizi che si incontrano proprio su A24 e A25, dove cantieri e manutenzione sono sovente presenti con i relativi negativi riflessi sulla scorrevolezza del flusso veicolare».
Intanto il Comitato Piani Palentini ha lanciato una petizione contro gli aumenti sproporzionati rispetto al resto d’Italia dei pedaggi autostradali abruzzesi.
Al momento sono state raccolte 250 firme.

«La trasmissione Ballarò, raggiunta dalla notizia della petizione», fa sapere il comitato, «insieme ad un pendolare abituale della autostrada, ha realizzato una video- intervista di un’ora e mezza, percorrendo il tratto da Villa San Sebastiano a Roma. Un estratto andrà in onda nella puntata di martedì prossimo, 21 Gennaio 2014».