LA PROTESTA

Polizia municipale, anche gli agenti abruzzesi alla mobilitazione di Roma

L’evento si terrà il prossimo 13 gennaio a Montecitorio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2019

VIGILI URBANI AUTOVELOX




ABRUZZO. Anche una delegazione della Polizia Municipale abruzzese parteciperà alla mobilitazione nazionale che avrà inizio il 12 gennaio 2014 a Milano e che terminerà il 13 gennaio con un sit-in a Montecitorio.

La Mobilitazione della Polizia Locale nasce spontanea sul social Facebook da scambi di idee e malumori espressi dalla rete di contatti e gruppi di Polizia Locale, circa la situazione tragica in cui si percepiscono i poliziotti municipali d'Italia, e nella ricorrenza del biennio dall'abolizione della causa di servizio e dalla sua prima vittima: l'agente Niccolò Savarino ucciso a Milano nell'adempimento del dovere, la prima vittima, non solo del brutale assassinio nell'espletamento del proprio dovere, «ma anche della discriminazione da parte dello Stato», denunciano i colleghi, «che, abolendo con il Decreto Monti la causa di servizio e l'equo indennizzo, non riconosce più agli uomini e alle donne della Municipale/Locale la morte per Causa di Servizio».
«Nessuna polemica», spiega Monica Di Sante della Mobilitazione Polizia Locale Abruzzo, «ma una sola consapevolezza che pur svolgendo pressocchè gli stessi compiti con alcune specificità per le diverse polizie, molto spesso in attività operative congiunte, la Polizia Locale ha un trattamento da parte dello Stato discriminatorio. Per questo motivo, e definitivamente, le donne e gli uomini della Locale chiederanno, uniti all'insegna del Tricolore, senza sigle sindacali alcune, alle rappresentanze dello Stato in Parlamento, che si dica loro se sono "Poliziotti o Impiegati". Da qui si delineerà una nuova consapevolezza circa i compiti istituzionali, e come tali si adegueranno».