IL PUNTO

Il maltempo non dà tregua all’Abruzzo: strade interrotte ed energia elettrica in tilt

A Pescara chiuse e poi riaperte le golene del fiume per rischio esondazione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6577

Il maltempo non dà tregua all’Abruzzo: strade interrotte ed energia elettrica in tilt




ABRUZZO. Ancora danni, viabilità in tilt, alberi crollati, fiumi al limite dell’esondazione, costa spazzata dalla burrasca, neve ovunque e scuole chiuse in molti centri anche nella giornata di mercoledì.
Sta diventando normale la straordinarietà delle emergenze legate ai fenomeni atmosferici se è vero che siamo appena al 26 novembre e già sono due i momenti critici che all’Abruzzo hanno regalato solo disagi e ingenti danni. La situazione per mercoledì, stando alle previsioni, non dovrebbe migliorare.

A PESCARA
Sono state riaperte, esclusivamente al transito delle auto, intorno alle 13 le due golene, nord e sud, di Pescara, mentre resterà vietata sino a mercoledì mattina compresa la sosta, per ragioni di cautela dopo che oggi, intorno alle 8.30, il fiume ha superato i limiti di guardia a causa del rigonfiamento a monte.
La prima nevicata registrata lunedì notte, intorno alle 3 e mezza, ha fatto entrare subito in azione il mezzo spartineve della Attiva che ha portato sale sulle strade dei Colli Innamorati e di San Silvestro al fine di garantirne la praticabilità quando la città ha cominciato a svegliarsi e a uscire di casa per le attività quotidiane. Nessun disagio lungo la fascia costiera e in centro anche se non è ancora finita.
E nella nottata sono state anche decine gli interventi eseguiti dagli operatori del Centro Operativo Sociale, coordinato da Luciano Fattori, per dare un’adeguata assistenza ai clochard: chi ha voluto è stato accompagnato negli alberghi convenzionati con il Comune o nel dormitorio di via Gran Sasso.
Sono stati chiusi tutti i parchi della città per sicurezza. Decine le chiamate ricevute dal Comune soprattutto in mattinata sull’apertura delle scuole: martedì tutti gli Istituti di Pescara sono stati aperti regolarmente e, se le previsioni meteorologiche non peggioreranno ulteriormente, «anche mercoledì si lavorerà senza stravolgimenti», assicura Palazzo di città che invita a scaricare la app dal sito istituzionale per essere aggiornati in tempo reale.

A CHIETI
Per un guasto elettrico alla centrale di Bussi l’Aca ha dovuto razionare la distribuzione dell’acqua ed il sindaco Umberto di Primio per evitare l’esaurimento dei serbatoi comunali dalle 12 ha chiuso l’erogazione dell’acqua che poi è ripresa dalle 15. Molta neve e strade imbiancate ma non si registrano particolari disagi. Le scuole in città sono rimaste chiuse nella giornata di martedì e lo saranno anche mercoledì.
Si transita quasi ovunque lungo le strade di competenza della Provincia di Chieti «e il piano neve è in regolare svolgimento», hanno confermato il presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, il vice presidente e assessore alla Viabilità, Antonio Tavani.
«Le uniche eccezioni - afferma Tavani, che sta coordinando i lavori - si riscontrano nel distretto 4, nei pressi di Rosello, dove è stato necessario chiudere temporaneamente il tratto Giuliopoli - bivio di Roio per la caduta di alberi, e nel distretto 6 dove, a causa di caduta di materiale inerte, si è ritenuto opportuno chiudere temporaneamente un tratto della SP 119 tra Archi e Bomba, al km 25. Ricordo che la galleria La Civita sull'ex Strada Statale Istonia, come assicurato nei giorni scorsi, è stata aperta a senso unico alternato proprio a causa del maltempo, nonostante i lavori in corso, in modo da assicurare il transito».
Si sta inoltre procedendo allo sgombero delle neve e allo spargimento di sale per ridurre i disagi causati dal ghiaccio ma a questo punto si aggiunge un altro problema, ossia la rimozione degli alberi e delle grosse piante che si stanno abbattendo sulle strade, che in realtà è la principale causa della chiusura delle strade. Uomini e mezzi dell'Ente, assieme alla ditte esterne, sono impegnate dal tardo pomeriggio di lunedì.

A TERAMO
Dall’analisi della situazione fatta dal Comune è emersa la necessità di emanare una Ordinanza con la quale il sindaco dispone che per la giornata di mercoledì tutte le scuole di ogni ordine e grado rimarranno chiuse, ad eccezione degli asili nido comunali. Intanto la situazione continua ad essere sotto costante monitoraggio.
Situazione neve: precipitazioni in tutta la provincia; nella notte e fino alle ore 10 attivato il presidio fisso delle forze dell’ordine a tutti i caselli dell’A/14 e dell’A/24. Previsto in serata, nuovo impulso perturbato di origine artica. Il Prefetto ha attivato dalle ore 14.00 il Centro Coordinamento Soccorsi.
E’ stimata in circa 30 centimetri e con accumuli fino a 60-70 centimetri la neve caduta sin da lunedì nelle aree montane e pedemontane della provincia; dai 20 ai 5 cm., invece, la coltre nevosa nella fascia collinare fino al litorale.
Nelle ore notturne e sino a martedì mattina una intensa precipitazione ha interessato anche il tratto teramano dell’A/14 rendendo indispensabile, fino alle ore 10.00 circa, la sospensione temporanea dei mezzi con peso superiore ai 7,5 t. in prossimità dei caselli autostradali. Presidiati, anche i caselli dell’A/24, dove continua a nevicare ed è tuttora attivo il servizio di filtraggio dei mezzi pesanti.
La rete viaria interna, dove operano i mezzi spazzaneve degli Enti gestori preposti, è transitabile con difficoltà, meglio se con catene. La Provincia ha segnalato criticità sulle seguenti strade, a causa di alberi crollati in carreggiata o pericolanti: SP n. 262 Pagannoni /Campli e località Nocella di Campli per alberi in bilico o crollati; SP. N. 28 Atri/Pineto; S.P. n. 23 di Cellino Attanasio; SP Villa Brozzi/ Montorio al Vomano; SP 491 Montorio/Tossicia; SP n. 25 di Castelbasso; SP n. 365 di Castiglione M.R..
Nessuna criticità, al momento lungo le strade statali.
Segnalati disagi nelle Frazioni di Cerchiara, Forca di valle e San Pietro di Crognaleto, nonché in località Tevere e Riano di Rocca Santa Maria.
Circa l’erogazione dei servizi essenziali, l’Enel ha segnalato problemi di erogazione in 26 Comuni della provincia (per un totale di circa 9.946 utenze), a causa di guasti dovuti anche al peso della neve; la situazione è in graduale rispristino da parte delle squadre Enel.
Una rottura della condotta idrica di Villa Ferretti di Teramo - verificatasi non a causa dell’avversità atmosferica che, comunque, ne rallenta il ripristino - ha prodotto l’interruzione del servizio, almeno fino alle 18.00 di martedì, nei territori di Sant’Omero, Bellante e Teramo (Nepezzano, Piano D’Accio, Villa Pompetti, San Nicolò a Tord., Villa Falchini, Villa Tofo, Villa Turri, Sant’Atto e Chiareto).

AUTOSTRADE A24 ED A25 TRANSITABILE.

La Società Strada dei Parchi, concessionaria delle autostrade A24 e A25 informa che da 24 ore nevica su ampi tratti de proprio sistema autostradale. In alcuni punti e precisamente da Villanova ad Avezzano e da Tornimparte a Teramo sono già caduti più di 50 centimetri di neve.
L’autostrada è aperta e il transito di auto e mezzi leggeri  è garantito dalla presenza di oltre 200 mezzi spalaneve e spargisale in funzione a turni, che impegnano h24 circa 400 operatori. Nel corso della notte sono previsti forti rovesci e bufere quindi si stima che la coltre nevosa nei tratti più esposti di A24 e A25 possa superare il metro di altezza. La concessionaria Strada dei Parchi garantisce la transitabilità di A24 e A25 anche in queste condizioni, ma raccomanda agli automobilisti che mercoledì mattina o in serata si dovranno mettere in viaggio di farlo solo se è strettamente necessario e comunque non senza avere catene a bordo o meglio ancora aver montato pneumatici da neve. Prima di partire inoltre si consiglia di mantenersi informati sulla situazione meteo e la verifica della percorribilità con i canali radiofonici dedicati come RTL102 o Isoradio RAI 103,3 mhz. La società Strada dei Parchi ricorda che quando, come in questi casi, scatta l’allerta a livello di “Codice Rosso” ci possono essere dei blocchi temporanei della percorribilità.
Da martedì sera i mezzi pesanti bloccati all’ingresso dei caselli - così come prescritto  dai protocolli  operativi del “Piano Neve” - condivisi con la Polizia Stradale e con le Prefetture territorialmente competenti, potranno riprendere la circolazione esclusivamente in convogli preceduti in testa da mezzi spartineve e scortati dalla Polizia Stradale. I blocchi dei mezzi pesanti sono scattati sui seguenti tratti: tra Tivoli e Castel Madama, sull’A24 in direzione Teramo e presso la Barriera di Teramo in direzione Roma; sull’A25 nel tratto tra Villanova e Chieti in direzione Torano.

DANNEGGIATI ETTARI DI VIGNATI

L’improvvisa e abbondante nevicata che si è verificata nelle ultime 24 ore sull’Abruzzo, dopo un inizio di novembre caldo rispetto alla norma, ha determinato ingenti danni alle produzioni orticole ed in particolare alle piantagioni viticole, che non erano preparate al repentino calo della temperatura e non hanno retto al peso a causa della presenza del fogliame non ancora caduto.

Le conseguenze della perturbazione si sono avvertite in tutte le province con particolare riferimento a Pescara e Chieti. In alcuni casi, la neve ha abbattuto diversi ettari di vigneto a tendone con danni immaginabili ma non ancora quantificabili. Le zone più colpite, ad una prima stima, sono San Valentino in Abruzzo Citeriore, Loreto Aprutino e Città Sant’Angelo in provincia di Pescara; Ripa teatina e Bucchianico per la provincia di Chieti.

«L’abbattimento dei vigneti determinerà sia la sostituzione di gran parte delle piante sia il ripristino della struttura con costi elevatissimi per il produttore», commenta Coldiretti Abruzzo, «è evidente, dopo anche le recenti esondazioni dei fiumi dovute alle piogge degli ultimi giorni che comporteranno la ripetizione delle semine, che l’anomala stagione si sta rivelando penalizzante per tutto il settore. Questa volta, ad essere colpiti sono stati i produttori di uno dei comparti più importanti dell’economia abruzzese, che ha consentito di salvaguardare l’export complessivo della regione. Valuteremo insieme all’assessorato all’agricoltura gli interventi più adeguati per far fronte alla grave situazione dei produttori danneggiati». 

***VIABILITA' IN TEMPO REALE SU A24 E A25

*** VIABILITA' IN TEMPO REALE SULLE AUTOSTRADE

*** VIABILITA' IN TEMPO REALE SULLE STRADE

*** LA SITUAZIONE SULLE STRADE ANAS