Abruzzo. Orso trovato morto nella Marsica, si sospetta avvelenamento

Secondo caso in tre mesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3898

Abruzzo. Orso trovato morto nella Marsica, si sospetta avvelenamento




VILLAVALLELONGA. Un esemplare di orso marsicano è stato trovato morto nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise.
Si teme che l'animale sia stato avvelenato, ma saranno gli accertamenti del centro veterinario specialistico di Grosseto, che potrebbe eseguire l'esame del dna sui resti, a fornire maggiori certezze. La carcassa dell'orso, che aveva meno di due anni, si trovava nel bosco della Difesa, nel comune di Villavallelonga, nella zona dei Prati d'Angro.
A luglio scorso un altro esemplare, un orso di nome Stefano, venne ritrovato morto nel Parco. L’esame radiografico, eseguito al dipartimento di Scienze biomediche della Facoltà di veterinaria dell’Università di Teramo, infatti, ha poi rivelato la presenza di una pallottola che ha raggiunto la testa dell’orso dalla regione sopraorbitale, provocandone, la morte; un’altra pallottola ha raggiunto l’omero destro dell’animale, mentre una terza, caricata a pallini, è stata rinvenuta sul corpo dell’animale: una vera e propria esecuzione, che ad una prima ricostruzione fa supporre l’utilizzo di diversi tipi di fucili, quindi l’intervento di diversi bracconieri.