LA RICERCA

Spesi 18 miliardi di euro nel 2013 per il gioco online in Italia

Battuti Francia, Inghilterra e Spagna

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2920

Spesi 18 miliardi di euro nel 2013 per il gioco online in Italia
ROMA. Con una raccolta di 15.406 milioni di euro nel 2012 il mercato italiano dei giochi online batte già oggi quello francese che si colloca al secondo posto con 9.408 milioni.



Battuto anche quello inglese che vale 3.000 milioni, nonché quello spagnolo a quota 2.354 milioni: lo rivela il portale NetBetCasino.it, leader nel settore dei giochi su Internet per l'Italia
Considerando la raccolta del gioco online nei Paesi dove questo settore è regolamentato, il mercato più importante nell'ambito dei giochi online é quello italiano, che rappresenta il 22% del totale, con una raccolta che nel 2012 ha raggiunto i 15.406 milioni di euro, battendo anche la Francia che si colloca al secondo posto con una raccolta di 9.408 milioni di euro. Grazie anche all'introduzione di nuovi giochi, l'Italia ha staccato nettamente perfino il Regno Unito, patria delle scommesse ippiche e sportive, a quota 3.000 milioni di euro, nonché la Spagna, a quota 2.354 milioni di euro.

«Quello del gioco online è un settore economico in cui il nostro Paese fa da traino al resto d'Europa» commentano gli analisti del sito di gioco on line. Tra la raccolta del poker online, quella dei giochi da casinò su Internet e quella proveniente dalle scommesse sportive sul web, questo settore si colloca in termini assoluti al primo posto nella web-economy italiana, spodestando perfino il comparto dei viaggi online, a quota 12 miliardi, che invece nel 2011 guidava la classifica del settore dell'e-commerce con il maggior volume d'affari.

Lo studio prevede inoltre che nel 2013 il comparto dei giochi online raggiunga un valore di circa 18 miliardi di euro, conquistando il 35% del mercato globale di Internet in Italia, mentre saranno ancora in declino durante quest'anno i giochi offline, che invece tengono nel Regno Unito e anche in Spagna, dove tra lotteria, casinò live e sale bingo il gioco offline ha una grande tradizione, seppure oggi minacciata dall'online la cui crescita risulta essere maggiore rispetto a quella dell'offline un po' in tutti i Paesi d'Europa.