SANGUE SULLE STRADE

Incidenti stradali, fratelli aquilani muoiono la notte di Natale

I due vivevano a Piacenza

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4275

Incidenti stradali, fratelli aquilani muoiono la notte di Natale

I fratelli morti

PIACENZA. Due fratelli di 19 e 21 anni sono morti la notte di Natale schiantandosi con la loro auto, una Fiat Bravo.

I due sono finiti contro il muro di una casa sulla statale 45 a La Verza (Piacenza), a poca distanza dalla loro abitazione dove stavano rientrando, preceduti da un'auto di amici.
I due fratelli, Carlos Alberto e Domenico Angelucci, 21 e 19 anni, erano originari di Luco dei Marsi (L'Aquila) e vivevano nel Piacentino. L'auto su cui viaggiavano, condotta dal fratello maggiore, all'improvviso dopo aver sbandato a sinistra ha invaso la carreggiata opposta, schiantandosi contro il muro della casa. Una botta molto violenta, soprattutto laterale, che ha deformato l'abitacolo della vettura. Per raggiungere i due ragazzi ed estrarli è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco, che hanno dovuto divaricare le lamiere.
Carlos Alberto, seduto al posto di guida ma riverso sul fratello, era ancora vivo ma le sue condizioni sono apparse subito critiche; nulla da fare invece per Domenico, per le gravissime lesioni riportate nello schianto. Alla sua Fiat Bravo, Carlos Alberto Angelucci aveva dedicato anche un piccolo album fotografico sulla sua pagina Facebook. Un altro album, datato 20 gennaio 2011, contiene invece tre immagini di un'altra vettura semidistrutta in un incidente, un'Alfa Romeo sulla quale, a quanto aveva scritto, viaggiava; in quel caso nessuna seria conseguenza per le persone.
Giornate nere quelle della vigilia e del Natale sul fronte degli incidenti stradali: 13 le vittime registrate. Alle porte di Campobasso. In uno scontro frontale è morta un'intera famiglia: padre (40 anni), madre (33) e la figlia di sei anni. L'impatto sarebbe stato provocato dall'invasione di corsia di un trentenne che è stato denunciato per omicidio colposo plurimo. L'uomo è rimasto ferito. Nel leccese quattro le vittime di due distinti incidenti. Vicino a Corigliano d'Otranto, in uno scontro frontale, sono deceduti due anziani coniugi di 85 e 81 anni. Tra Giuggianello e Minervino di Lecce hanno invece perso la vita giovani, di 20 e 21 anni, che erano a bordo di una Jaguar schiantatasi contro un albero dopo aver centrato un muretto ed essersi ribaltata. Un loro coetaneo è rimasto gravemente ferito. Un automobilista di 80 anni è morto nel territorio di Zola Predosa (Bologna) dopo che la vettura su cui viaggiava si é scontrata con un mezzo pesante nei pressi dello svicolo per l'immissione sull'asse attrezzato che porta a Bologna. Ancora la vigilia di Natale un automobilista alla guida di un furgone sull'autostrada Milano-Venezia - tra i caselli di Soave e Montebello Vicentino, all'altezza di San Bonifacio (Verona) - ha investito ed ucciso il conducente di un autocarro, Severino Zenegaglia di 62 anni, che era stato sbalzato fuori dal suo mezzo durante un incidente. Nella serata di Natale un uomo di 37 anni è morto dopo che l'auto sulla quale viaggiava è stata coinvolta in un tamponamento a catena sulla via Ostiense a Roma. Infine ad Olmedo (Sassari) è morto un automobilista, Antonio Catta, di 55 anni. Secondo i primi accertamenti avrebbe perso il controllo dell'auto andando ad urtare violentemente sulla barriera metallica ed è stato sbalzato fuori dall'abitacolo.