POLITICA E GIORNALISMO

“Ladri di Stato”: la prima puntata di Servizio Pubblico in onda su La 7

La trasmissione di Santoro debutterà questa sera. Ecco le novità

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3814

“Ladri di Stato”: la prima puntata di Servizio Pubblico in onda su La 7

ITALIA. Il programma di Michele Santoro, “Servizio Pubblico” debutterà questa sera su La7 alle 21.00.
Un traguardo che riempie di orgoglio il giornalista italiano come lui stesso ha dichiarato in conferenza stampa ed il suo staff. Al suo fianco la giornalista, Giulia Innocenzi.
Il programma tratterà i temi di sempre ma sin dalla prima puntata dal titolo “Ladri di Stato” ci saranno una serie di novità.
«Il titolo è ambiguo», ha dichiarato Santoro, «perché non si riferisce soltanto alle ruberie ma alla sottrazione della fiducia dei cittadini nell’istituzioni. I ladri di soldi della politica sono innanzitutto ladri di speranza».
La collaborazione con La 7 è una carta vincente, secondo Santoro, «una delle chiavi di cambiamento del sistema tv italiano per contrastare il terremoto in atto nel sistema televisivo e politico». Il giornalista, poi, ha rivendicato la proprietà dei contenuti della trasmissione: «la produzione è indipendente, e questo è un elemento fondamentale. Parte dei profitti sarà devoluto ad opere sociali».

ECCO LE NOVITA’
Quest’anno il programma prevede un esperimento di grande partecipazione dal basso e del tutto nuovo: il partito liquido.
Qualunque cittadino che abbia in mente soluzioni per i problemi in Italia: dal debito pubblico all’evasione fiscale, alla difesa dell’ambiente, potrà accedere alla piattaforma in Rete, liquid feedback, aperta a tutti.
La piattaforma funzionerà anche grazie alla collaborazione di personalità influenti (oltre 30) come Luca De Biase del Sole 24 ore, Riccardo Luna.
All’esperimento si accompagnerà la ricerca del leader. «Abbiamo preso gli otto leader che sono in alto nel sondaggio della preferenza del potenziale premier», ha spiegato Giulia Innocenzi che condurrà l’esperimento, «e li metteremo in sfida ogni settimana. Lo faremo sia usando la rete che deciderà i due candidati che ogni settimana andranno in sfida e sia attraverso il televoto in diretta che deciderà l’eliminato.Durante l’ultima puntata il potenziale leader scelto dal pubblico si “sfiderà” con il presidente Mario Monti ».
Per quanto riguarda i contenuti , ci saranno inchieste da Milano a Reggio Calabria, così come si intensificherà la collaborazione tra il programma ed il giornale Il Fatto Quotidiano.

PRIMA PUNTATA: RENZI CONTRO FINI
Nel corso della prima puntata ci sarà un confronto-scontro tra il candidato alle primarie del Pd, Matteo Renzi e l’esponente della vecchia guardia, Gianfranco Fini. Seguirà l’intervento di Diego Della Valle.

UN ASSAGGIO DELLO STUDIO E COMMENTI SU TWITTER
Giulia Innocenzi su Twitter offre un’anticipazione del nuovo studio televisivo che, assicura Santoro, sarà lo stesso seppur con qualche cambiamento.
Intanto i followers del programma su Twitter esprimono commenti ed opinioni.
«Il mio slogan: rispettare le regole sempre», dice Mayaboris, ed Ivan Borroni: «la politica ha fatto morire l’Italia, per risorgere serve la partecipazione del popolo».
Cristian Santacroce richiamando l’esperimento del partito liquido dice: «che il liquido li affoghi (riferendosi forse alla classe politica)».
Effe 69, invece, pensa che «un servizio liquido per una risposta pubblica= la democrazia è un bene comune».
E Tarquinio Mastronardi propone una soluzione definitiva: «liquidiamo il malaffare e la politica».

Marirosa Barbieri