L'ARRESTO

Ladri di appartamento inseguiti per 200 chilometri dai carabinieri

Ritrovate due auto rubate, un arresto. Almeno tre complici in fuga

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3718

Ladri di appartamento inseguiti per 200 chilometri dai carabinieri
ABRUZZO. Erano in “missione” e probabilmente stavano rientrando a pieno carico da una trasferta. Hanno però avuto la sfortuna di incappare in un posto di blocco dei carabinieri.

Tutto e' iniziato nella notte, intorno alle 2, quando i carabinieri della Compagnia di Osimo, in provincia di Ancona, hanno visto sfrecciare per le strade una Mercedes ML 2000 ed una Peugeot 407. Le due auto non si sono fermate ad un primo posto di blocco e così i militari hanno cominciato l’inseguimento proseguito poi anche lungo la A14 nella zona di Osimo.
Nonostante un posto di blocco attivo allo svincolo autostradale di Loreto (An)  i carabinieri non sono riusciti a bloccare le due auto che hanno continuato la loro corsa sulla A14 in direzione sud verso l’Abruzzo.
Successivamente la Mercedes e' stata trovata abbandonata in una piazzola di sosta nel territorio di Giulianova mentre gli occupanti, almeno tre, si erano dileguati.
Nel vano bagagli del veicolo è stata trovata refurtiva consistente in orologi di pregio, computers, telefoni cellulari e oggetti in oro e argento, che dalle prime indagini sono risultate provento di più furti in abitazione di Pesaro, Senigallia ed Ancona, avvenuti negli ultimi due giorni.
La stessa Mercedes è risultata rubata a Pesaro.
La Peugeot 407, la seconda auto in fuga, e' stata invece inseguita e bloccata a Castel di Sangro dai militari del luogo, l’uomo che la conduceva è stato arrestato.
Anche questa auto è poi risultata rubata a Caserta nel 2010.
Sono in corso indagini per ricercare i complici.
L’uomo arrestato è Raffaele Acampora, 32 anni, pluripregiudicato di Casandrino (Na), residente a Villa Literno (Ce), deve difendersi dall’accusa di  ricettazione in concorso ed è ora  rinchiuso nel carcere di Sulmona.