IL CASO

Isole Tremiti in vendita ma l’ asta va deserta

Bando del commissario prefettizio per coprire deficit bilancio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7005

Isole Tremiti in vendita ma l’ asta va deserta
ROMA. E' andata deserta l'asta per l'assegnazione di alcuni ettari delle isole Tremiti per realizzare alloggi popolari.
I termini per le offerte scadevano ieri alle 13. Il bando era stato pubblicato dal commissario prefettizio, Carmela Palumbo (alle Tremiti si vota il prossimo 6 e 7 maggio), con l'obiettivo di coprire gran parte del deficit di bilancio comunale. Il Comune spera di ricavare 4 milioni di euro dalla vendita di 32mila metri quadrati sull'isola maggiore, San Domino, e del lotto unico di 37mila metri quadrati sull'isola di San Nicola.

I terreni in questione rientrano in un Piano di edilizia economica e popolare e secondo il commissario straordinario Carmela Palumbo, che ha sostituito il sindaco delle Tremiti Giuseppe Calabrese, non c'è nessuna incompatibilità. «Io sono un commissario prefettizio e finché ci sono applico la legge - ha detto - Nessuno intende fare speculazioni sulle Tremiti e in quei lotti sorgeranno soltanto case popolari». L'iniziativa aveva suscitato molte proteste da parte degli ambientalisti e di forze politiche.
La Regione, contraria all'iniziativa, aveva scritto nuovamente nei giorni scorsi al commissario Palumbo, che ha sostituito lo storico sindaco delle Tremiti Giuseppe Calabrese, dopo la nota formale inviata all'inizio di aprile a cui dal Municipio hanno risposto ribadendo che l'asta era una procedura ''conforme'' al Piano di edilizia sociale approvato dalla Regione.
Si attendono ora le comunicazioni ufficiali del commissario straordinario e del responsabile del procedimento sull'esito della procedura che fissava a domani la seduta pubblica per il pubblico incanto e a sabato la sessione della commissione giudicatrice.
Angelo Bonelli, presidente dei Verdi, fa appello al ministro dell'Ambiente Corrado Clini e al governatore della Regione Puglia Nichi Vendola, chiedendo che si adoperi «per un'immediata modifica, attraverso un decreto ministeriale, del Piano d'Assetto del Parco delle Isole Tremiti mentre il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola si adoperi per una modifica, attraverso una delibera di giunta, dei piani paesistici della Regione Puglia».