TASSE

Imu in tre rate. Comuni in rivolta. Anci: «problemi di liquidità»

Lunedì le modifiche, Pdl e Pd presentano 76 proposte di variazione

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1934

Imu in tre rate. Comuni in rivolta. Anci: «problemi di liquidità»
ROMA. Ci sarà «sicuramente» la divisione dell'Imu in tre rate. Oltre a giugno e dicembre, per pagare la nuova imposta spunta anche la rata di settembre Lo ha annunciato il relatore al decreto legge di semplificazione fiscale, Gianfranco Conte a margine dei lavori della commissione Finanze alla Camera.

Lunedì prossimo dovrebbe essere avanza la sua proposta di modifica.
Quello che ancora non è chiaro, però, è se la rateizzazione riguarderà solo le prime case o interesserà l'Imu in generale e i tempi dei pagamenti.
Nessuno sconto, invece, per le abitazioni degli anziani che vanno a vivere nelle case di riposo: ma l’Anci, l'associazione dei comuni italiani, insorge: «se la rateizzazione sarà solo sulla prima casa non immagino grandi effetti - commenta il presidente Graziano Delrio - perché se rateizzano tra giugno, settembre e dicembre si anticipa un pezzo di dicembre e si posticipa un pezzo di giugno, se invece la rateizzazione riguarderà anche le seconde case avrà effetti devastanti e sarà molto, molto complicato».
Per Delrio con la rateizzazzione dell'Imu secondaria i problemi di liquidità aumenteranno ulteriormente, dopo il danno provocato con la Tesoreria unica. «Questa ipotesi non può essere assolutamente presa in considerazione, pena il rischio di fortissime anticipazioni di cassa che i Comuni dovranno chiedere allo Stato».
«L'elemento più importante che mi pare si debba considerare oggi - continua Delrio - è il lavoro fatto per dare sollievo e liquidità alle nostre imprese. Verranno confermati, crediamo, il miliardo di euro di disponibilità dei residui perenti; dovrebbe essere disponibile il fondo da due miliardi della Cassa depositi e prestiti per la cessione di credito. Le imprese potranno quindi incassare i loro crediti dalla Pubblica amministrazione».
Sempre l’Anci chiede di trovare la copertura di 200 milioni di euro per gli alloggi dei Comuni: «è assolutamente inaccettabile debbano pagare l'Imu allo Stato».
Gli emendamenti del relatore dovrebbero arrivare lunedì mattina entro le 10, mentre alle 12 scade il termine per i subemendamenti; le votazioni dovrebbero iniziare alle 14. Intanto Pd e Pdl hanno già presentato una 'lista' di 76 proposte di modifica su cui concentrare l'attenzione. In particolare 32 emendamenti sono stati segnalati dal Popolo delle libertà e 44 dal Partito democratico.