IL CASO

Patente a Margherita Hack? No è troppo vecchia

Per la scienziata: «un caso di principio»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1660

Patente a Margherita Hack? No è troppo vecchia
TRIESTE. Un medico si rifiuta di visitare Margherita Hack per darle l'idoneità al rinnovo della patente.

La scienziata non crede alle sue orecchie quando riceve il diniego e protesta: sostiene, infatti, che quello che le è capitato sia a tutti gli effetti una discriminazione in base all'età. La Hack, 90 anni e guidatrice di una Panda, dice: «ne faccio un caso di principio non tanto per me, la mia patente scade a giugno, quindi ho tempo. Ma il medico mi ha detto che non vuole visitare a questo scopo le persone oltre gli 85 anni. Questo per me e' un abuso ed e' incostituzionale».
Con il decreto legge 9 febbraio 2012 n.5, in vigore dal 10 febbraio 2012, il Governo ha ripristinato, per i patentati più anziani, le modalità di rinnovo del documento.
I conducenti ultraottantenni, per confermare la validità della patente di guida oppure del "patentino" per ciclomotori, dovranno effettuare, ogni due anni, l'accertamento dei requisiti psicofisici presso i consueti sanitari abilitati previsti dall'articolo 119 del Codice della strada.
Proprio come voleva fare la scienziata Hack che, nonostante una lucidità incredibile, si è vista rifiutare la visita.