IL CASO

Gavettoni alla candeggina: condannato Bossi Jr

Il giovane è il figlio del leader del Carroccio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5444

Gavettoni alla candeggina: condannato Bossi Jr
VARESE. Lui sostiene di essersi ‘difeso’ da un attacco di esponenti politici ma ieri è arrivata la condanna.

Roberto Bossi, il figlio 21enne del leader della Lega Nord e fratello del più noto ‘trota’, è stato condannato dal giudice di Gavirate (provincia di Varese) al pagamento di 1.400 euro al militante di Rifondazione Comunista Luigi Schiesaro quale risarcimento per danni materiali e biologici.
Il giovane lo ha colpito con dei gavettoni pieni di candeggina, una bravata che oggi paga caro. I fatti risalgono all’anno 2010: la vittima e alcuni compagni stavano attaccando dei manifesti negli spazi occupati dai cartelloni leghisti, a Laveno Mombello. E per Bossi jr è parso un affronto troppo grave tanto che prima avrebbe insultato i ragazzi e poi lanciato contro di loro i palloncini pieni di candeggina.
Il 47enne Schiesaro è stato colpito al volto, e il liquido gli ha provocato una violenta irritazione. Subito dopo sono partite le denunce, anche se Bossi jr sostiene di aver ‘risposto’ ad una provocazione e che gli esponenti della sinistra lo avrebbero attaccato con un'asta da bandiera.
Dopo due anni di udienze è arrivata la condanna.