IL CASO

Fondi sisma, tutti bloccati: da quelli di Giovanardi a quelli di Jovanotti

Su Twitter riparte la caccia ai soldi raccolti con il brano ‘Domani’

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4326

I Tweet di Jovanotti

I Tweet di Jovanotti

L'AQUILA . Tre anni dal sisma e tutto ancora bloccato.La ricostruzione stenta e i soldi sono fermi. Come i fondi per il sociale: 9 milioni di euro su 12 complessivi stanziati dopo il terremoto di tre anni fa dal dipartimento della famiglia della presidenza del Consiglio.

Tutto bloccato «in attesa che il Tar del Lazio si esprima sul merito del ricorso presentato dal Comune di Cocullo, che, pur essendo arrivato primo, si è rivolto ai giudici amministrativi perché le risorse che gli sono state riconosciute sono state ritenute insufficienti», ha spiegato l’ ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla Famiglia, Carlo Giovanardi.
L’esponente del centrodestra ha voluto fornire chiarimenti dopo aver appreso che alcuni sindaci dei comuni del cratere sismico hanno scritto una lettera a palazzo Chigi per avere lumi sulle risorse che ancor oggi giacciono inutilizzate, nonostante di soldi per il sociale ci sia bisogno come il pane, visto che altre iniziative specifiche non ce ne sono. Sulla vicenda è ancora in corso, inoltre, l'inchiesta aperta dalla magistratura aquilana sul tentativo di truffa ai danni dello Stato attraverso la fondazione "Abruzzo Solidarietà e sviluppo" che vede coinvolte cinque persone, tra cui il vescovo ausiliare dell'Aquila, monsignor Giovanni D'Ercole. Il 17 aprile prossimo è prevista l'udienza preliminare, comunque l'inchiesta penale non ha mai congelato i soldi.
Ma di soldi fermi e mai spesi ce ne sono anche altri ovvero i 2 milioni raccolti dagli ‘artisti uniti per l’Abruzzo’ dopo la vendita del brano ‘Domani’ scritto appositamente per raccogliere fondi per il terremoto. Del caso è tornato a parlare su Vanity Fair (ma anche su Twitter) il giornalista Riccardo Luna.
Luna, che ha partecipato dieci giorni fa alla presentazione del progetto dell’Ocse sulla smart city, aveva scritto sul social network di questa visita nella città terremotata e ha ricevuto un tweet da Lorenzo Jovanotti (che già nei mesi scorsi aveva lanciato un appello) con questo messaggio: « ricordiamoci che ci sono centinaia di migliaia di Euro raccolti con la canzone "domani" fermi al ministero. Diglielo.».
Luna racconta: «ho chiesto notizie al ministro Barca che ha la delega del governo sulla ricostruzione». Proprio il ministro poi, sempre via Twitter ha promesso il monitoraggio di tutti i soldi destinati all’Abruzzo che sono in totale 10,7 milioni di euro. «Sono convinto», scrive Luna, «che l’incasso di Domani sarà sbloccato da Barca: ma vorrei anche sapere chi, e perché, lo ha dimenticato per tre anni mentre migliaia di persone chiedevano aiuto».