TRASPARENZA

Trasparenza sulla ricostruzione? Il "sì" del ministro su Twitter

“Appello per L’Aquila” propone. Il ministro Barca “accetta”

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2840

Trasparenza sulla ricostruzione? Il "sì" del ministro su Twitter
L’AQUILA. Un sì. E’ la risposta del Ministro per la Coesione Territoriale Fabrizio Barca, alla proposta di “Appello per L'Aquila” che chiede un sistema di informazione completo, aggiornato e trasparente sulle risorse investite dagli italiani a L'Aquila per la ricostruzione, e sul loro stato di attuazione.

La comunicazione tra il gruppo ed il Ministro avviene a colpi di Twitter. «Un sistema informativo completo e aggiornato sulle risorse investite dagli italiani all'Aquila e sullo stato di attuazione? Sì», è la risposta di Barca.
La richiesta di “Appello per L’Aquila” arriva dopo la visita del Ministro nel capoluogo, il 20 febbraio scorso. Durante l’incontro Barca sollevò il problema della mancata comunicazione e trasparenza sul processo di ricostruzione post sisma tra cittadini ed istituzioni. «Ci sono molte cose nascoste tra le carte», disse.
Così il gruppo chiese al Ministro di farsi promotore di un osservatorio civico distribuito e partecipato che controllasse tutti i flussi finanziari, gli appalti pubblici e privati, gli investimenti e le donazioni, le spese, le pratiche, i tempi di realizzazione della ricostruzione post sisma. Il tutto aggiornato quotidianamente, per mettere in condizione la popolazione di occuparsi in maniera consapevole, vigile e responsabile della ricostruzione, comunità per comunità, strada per strada, appalto per appalto, ditta per ditta.
«Vogliamo conoscere tempi», scriveva “Appello per L’Aquila”, «i finanziamenti e progetti. Un controllo informato e diffuso è inoltre l’antidoto migliore contro la corruzione, il malaffare e le infiltrazioni mafiose nella nostra città», e la proposta culminava con l’invito a Barca: «lo prende questo impegno da subito? ».
La risposta non si è fatta attendere.