WEB

Open data della Regione Abruzzo: numeri e statistiche sul web

Servizio senza restrizioni di copyright per navigare tra i dati

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

148

Open data della Regione Abruzzo: numeri e statistiche sul web

 

ABRUZZO. E' attivo da pochi giorni il portale Open Data della Regione Abruzzo.

Si tratta di una finestra aperta sull'Abruzzo - fatta di sezioni e link - contenente informazioni, dati aperti appunto - nell'ottica della trasparenza - accessibili via web.

 Un'operazione che non è vincolata da restrizioni di copyright, brevetti o altre forme di controllo che ne limitino la riproduzione.

«L'obiettivo della Regione», si legge in una nota, «è rilasciare dati in modalità aperta che siano utili alla comunità, scaricabili senza formalità burocratica direttamente via web. In sintesi: tali dati sono disponibili liberamente per enti pubblici e privati, aziende, liberi professionisti e cittadini, che possono scaricarli e usarli liberamente».

 Nel dettaglio l'iniziativa - avviata nel 2014 in occasione delle consultazioni elettorali abruzzesi- è consultabile con un link posto sulla parte destra del sito regionale abruzzese ed è un work in progress aperto a continui aggiornamenti.

Grande visibilità è attribuita a "Opengeodata" suddivisa per temi: tra questi l'archivio foto aeree - alcune risalenti agli anni'50 - Difesa Suolo Geologia, Pianificazione e Vincoli, Protezione Civile, Rete Geodetica, Sistema conoscenze condivise. Il sito si compone di 6 sezioni: istruzione e lavoro, ambiente e territorio, turismo e cultura, istituzione, sanità e sociale, economia e tributi.

Nella sezione "In Evidenza" compare l'andamento dei laureati, degli occupati, dei terremoti superiori a magnitudo 3.5 dal 1985, dell'export, i siti di importanza strategica (SIC) e le caratteristiche dell'edilizia scolastica. Per i materiali cartografici si segnala anche il servizio 'Geoportale' che consente di aprire lo sportello ambientale regionale, che contiene tutte le informazioni relative alla procedura di valutazione di impatto ambientale relative al territorio abruzzese. È in corso la raccolta delle informazioni in tema di edilizia scolastica e banda larga.

Tutto il software di OpenData è in open source.

L'iniziativa è conforme alle normative di riferimento europee: Direttiva 2003 - 88/ CE (getta le basi per l'avvio di processi di apertura dei dati e dei documenti pubblici nelle amministrazioni); Direttiva 2013/37/UE (stabilisce che l'apertura di dati e documenti pubblici per il riutilizzo non è più una facoltà degli enti ma un obbligo e fissa regole sui formati); Europa2020 ed Agenda Digitale. Questa parte del portale regionale ottempera anche alle leggi italiane: D.Lgs. 7 marzo 2005 n°82 (Codice amministrazione digitale); D.L. 83/12 (Decreto sviluppo, convertito in L.134/12, art. 18 "Amministrazione aperta").