NELLA RETE

Avete bisogno di soldi? La nuova truffa è anche su Facebook

L’associazione Robin Hood ha segnalato il caso alla polizia postale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9176

Avete bisogno di soldi? La nuova truffa è anche su Facebook




TERAMO. Finanziamenti facili dal Nord Europa pubblicizzati su Facebook. Ci si può fidare?
«E’ un film già visto», racconta l’associazione teramana Robin Hood che si è occupata del caso segnalato da un cittadino. I malcapitati spinti dalla crisi, dalla stretta creditizia, di fronte ad una allettante offerta cadono nella rete. Vengono chiesti dei soldi, i bonifici vanno inoltrati in paesi africani, dov'è più difficile la tracciabilità. Poi chi doveva aiutarti scappa, con tutto il malloppo
L'invio delle offerte, secondo quanto segnalato da alcuni cittadini, starebbe avvenendo anche tramite profili Facebook, a volte con nomi italiani altre con nomi stranieri.
La spedizione dei messaggi avverrebbe dalla Francia ed in genere utilizzano una email di riferimento per la richiesta di informazioni.
I testi inviati sono spesso simili e con un italiano sgrammaticato: «Offro questa pubblicazione in gruppo per condividere ed espandere i nostri servizi per aiutarvi. Se avete bisogno pronta ad affrontare le sfide economiche che siamo disposti a pagare l'importo che si desidera la quantità necessaria e pagare un interesse del 3 % nelle condizioni che rendono la vita più facile. Possiamo aiutarvi in molti settori , tra cui Finanza, Prestito di investimento, Prestito Auto, Consolidamento del debito, Prestiti personali…si prega di inviare una email di richiesta di prestito».
O ancora: «non avete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di finanziamento, una cattiva cartella di credito o necessità di denaro per pagare fatture, affitto, fondo da investire sulle imprese. Allora se avete necessità di prestito di denaro non esitate a contattarlo per ulteriori informazioni sulle mie condizioni ben favorevole. Li offro di prestito di 1.000 € a 2.000.000 € ad ogni persona capace di rimborsarlo con interesse ha un tasso debole di 2%»