GOOGLE

Ambiente: Google Street View entra nei sentieri del Parco Nazionale d’Abruzzo

Visite virtuali grazie alla sperimentazione con le immagini del motore di ricerca

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4491

Ambiente: Google Street View entra nei sentieri del Parco Nazionale d’Abruzzo

Ambiente: Google Streetview entra nei sentieri del Parco Nazionale d’Abruzzo
Visite virtuali grazie alla sperimentazione con le immagini del motore di ricerca
Google, street view, parco nazionale d’abruzzo, natura, mappa
ABRUZZO. Percorrere i sentieri dei Parchi Nazionali, pianificare itinerari e ammirare i panorami più belli d'Italia, direttamente dal computer di casa o dal telefonino, è possibile grazie alla collaborazione tra Google, ministero dell'Ambiente e Federparchi.
Parco Nazionale del Gran Paradiso, Parco Nazionale Abruzzo Lazio e Molise, Parco Nazionale della Sila, sono le tre aree naturalistiche che potranno essere visitate on line sul sito del ministero dell’Ambiente dedicato alle aree protette naturaitalia.it(nella sezione “Vivi le aree naturali”) in seguito a questa intesa che consente a chiunque, e in qualunque parte del mondo, di conoscere e visitare nuove zone del territorio nazionale.
 
«L’iniziativa avviata con Google e Federparchi – rileva il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini - è di grandissimo interesse per il ministero dell’Ambiente ma, soprattutto per gli italiani che avranno un’opportunità in più e una modalità innovativa per fruire del nostro grande patrimonio naturalistico. Percorrere “virtualmente” sette sentieri di tre dei più bei parchi d’Italia rappresenta una occasione di conoscere, di viaggiare con gli occhi, ma anche un forte stimolo al turismo coniugando interesse per la natura, tecnologia, strumenti della rete, con un’offerta orientata al pubblico giovanile che è particolarmente attento ai temi e ambientali».
 
Per pianificare itinerari o anche per visitare virtualmente le più belle aree naturalistiche italiane basterà affidarsi a Streetview, il servizio gratuito di Google Maps che consente di visualizzare foto panoramiche a livello stradale di aree metropolitane, siti archeologici e tanti altri luoghi di particolare interesse.
Con un articolato sistema di telecamere, montate a bordo di mezzi speciali come il triciclo "trike" di Google e in grado di scattare foto in movimento, i tecnici Google hanno percorso, fotografato e messo in rete i sentieri più belli dei tre Parchi Nazionali. Un obiettivo raggiunto grazie alla collaborazione sperimentale tra il ministero dell'Ambiente e Google che, nei prossimi mesi, prevede la mappatura di ulteriori parchi.
Ma le novità non si limitano soltanto alla diffusione di immagini inedite. Infatti, nelle prossime settimane nuovi sistemi di riprese creati ad hoc consentiranno la scoperta on line di nuovi sentieri e percorsi articolati, che andranno ad aggiungersi al Geoportale Nazionale una "biblioteca" sul web i cui scaffali contengono la cartografia disponibile del territorio italiano riguardante i principali tematismi ambientali e territoriali.
Il progetto ha importanti ricadute sia dal punto di vista turistico che dal punto di vista scientifico, in quanto consente a qualsiasi utente da qualsiasi dispositivo di pianificare itinerari, osservare panorami, valutare la difficoltà di un  percorso ma anche studiare fauna e flora e altri aspetti naturalistici rilevanti.
 
Gli otto sentieri su cui sarà sperimentata la passeggiata virtuale saranno i seguenti:
 
Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise
· Sentiero Rio Torto               
· Sentiero Camosciara                  
· Sentiero La Saliceta                  
· Sentiero Val Fondillo                  
Parco Nazionale Gran Paradiso
· Sentiero Ceresole Reale - Colle del Nivolet                  
· Sentiero Cogne-Valnontey-Valmiana                  
Parco Nazionale della Sila
· Sentiero Lago Cecita - Centro Visite Cupone  
 

ABRUZZO. Percorrere i sentieri dei Parchi Nazionali, pianificare itinerari e ammirare i panorami più belli d'Italia, direttamente dal computer di casa o dal telefonino, è possibile grazie alla collaborazione tra Google, ministero dell'Ambiente e Federparchi.
Parco Nazionale del Gran Paradiso, Parco Nazionale Abruzzo Lazio e Molise, Parco Nazionale della Sila, sono le tre aree naturalistiche che potranno essere visitate on line sul sito del ministero dell’Ambiente dedicato alle aree protette naturaitalia.it(nella sezione “Vivi le aree naturali”) in seguito a questa intesa che consente a chiunque, e in qualunque parte del mondo, di conoscere e visitare nuove zone del territorio nazionale. «L’iniziativa avviata con Google e Federparchi – rileva il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini - è di grandissimo interesse per il ministero dell’Ambiente ma, soprattutto per gli italiani che avranno un’opportunità in più e una modalità innovativa per fruire del nostro grande patrimonio naturalistico. Percorrere “virtualmente” sette sentieri di tre dei più bei parchi d’Italia rappresenta una occasione di conoscere, di viaggiare con gli occhi, ma anche un forte stimolo al turismo coniugando interesse per la natura, tecnologia, strumenti della rete, con un’offerta orientata al pubblico giovanile che è particolarmente attento ai temi e ambientali». Per pianificare itinerari o anche per visitare virtualmente le più belle aree naturalistiche italiane basterà affidarsi a Streetview, il servizio gratuito di Google Maps che consente di visualizzare foto panoramiche a livello stradale di aree metropolitane, siti archeologici e tanti altri luoghi di particolare interesse.

Con un articolato sistema di telecamere, montate a bordo di mezzi speciali come il triciclo "trike" di Google e in grado di scattare foto in movimento, i tecnici Google hanno percorso, fotografato e messo in rete i sentieri più belli dei tre Parchi Nazionali. Un obiettivo raggiunto grazie alla collaborazione sperimentale tra il ministero dell'Ambiente e Google che, nei prossimi mesi, prevede la mappatura di ulteriori parchi.Ma le novità non si limitano soltanto alla diffusione di immagini inedite. Infatti, nelle prossime settimane nuovi sistemi di riprese creati ad hoc consentiranno la scoperta on line di nuovi sentieri e percorsi articolati, che andranno ad aggiungersi al Geoportale Nazionale una "biblioteca" sul web i cui scaffali contengono la cartografia disponibile del territorio italiano riguardante i principali tematismi ambientali e territoriali.Il progetto ha importanti ricadute sia dal punto di vista turistico che dal punto di vista scientifico, in quanto consente a qualsiasi utente da qualsiasi dispositivo di pianificare itinerari, osservare panorami, valutare la difficoltà di un  percorso ma anche studiare fauna e flora e altri aspetti naturalistici rilevanti.