LA DENUNCIA

Del Turco su Facebook: «io accusato anche di stalking e pedofilia»

«Ho denunciato ignoti alla polizia»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4990

Ottaviano Del Turco

Ottaviano Del Turco

ABRUZZO. La notizia la diffonde direttamente l’ex governatore della Regione.

«Ho appena presentato un esposto-denuncia alla polizia postale contro ignoti. Stanno riempiendo i siti dei miei amici su Facebook di messaggi che non so come definire».
E’ l’annuncio shock comparso ad inizio settimana sulla bacheca di Ottaviano Del Turco. «Sono accusato», racconta l’ex governatore imputato nel processo Sanitopoli e a riposo forzato dall’attività politica, «oltre ai danni prodotti in Abruzzo, di pedofilia e di stolking verso giovani ragazze incontrate su Facebook. Ringrazio coloro che me lo hanno segnalato, dando così modo di avviare le indagini avendo materiale elettronico utilissimo per scoprire la fonte e l'ispirazione di queste mascalzonate. Mi sto chiedendo da stamane se ho conosciuto aggressioni peggiori nella mia vita prima di ora...».
«E' da mesi», conferma un amico di Del Turco sempre sulla bacheca, «che gira questo modo di calunniarla, presidente, soprattutto causati da profili falsi, creati ad hoc, che chiedono amicizia ai suoi contatti e non direttamente a lei».
«Presidente», conferma un’altra persona, «a me stanno riempiendo di questi messaggi, non ne posso più...dimmi cosa fare per aiutarti».

Solo qualche ora prima Del Turco aveva postato un’altra frase su problemi inerenti richieste di amicizia tramite social network: «se provo a dire di no ad una richiesta di amicizia, seguendo l'istinto ed il mio diritto alla selezione degli amici, i rifiuti generano post ignobili che passerò al mio avvocato». Che stesse parlando della stessa vicenda?
E poi una considerazione sul web e i social network: «Facebook comincia a diventare un "nido di vipere" e, prima o poi, bisognerà rassegnarsi a lasciare questo prezioso strumento».