Finanziamenti Inail, il sito va in crash. Aziende protestano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3151

ABRUZZO. Un black out del sito dell'Inail, mercoledì scorso, che ha causato disservizi e danni alle aziende.

E pensare che si era pubblicizzato come un vero e proprio evento il “click day” durante il quale era possibile presentare in forma telematica le richieste di finanziamento - contributo economico fino a 100.000 euro- per la promozione della sicurezza nei luoghi di lavoro.
E se per l'Inail il disservizio sarebbe durato appena pochi minuti («solo 7») non la pensano così gli utenti. Per l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili di Lanciano, ad esempio, i problemi ci sono stati dalle 13.50 alle 15.15 circa, e ciò ha reso impossibile l´invio delle domande da parte della maggior parte degli utenti che ne avrebbero avuto diritto.
Nel momento in cui il portale è risultato accessibile, è apparsa la comunicazione che il budget a disposizione era ormai esaurito.

Il presidente dell'ordine, Ermanno Bozza, esprime il proprio dissenso per lo svolgimento delle procedure di invio telematico delle domande e ritiene invalidante un tale debug.

Per questo richiede l' annullamento della procedura eseguita e la ripetizione di ogni operazione. Anche la segreteria provinciale di Teramo del M.P.A. Abruzzo, ritiene «gravissimo» quanto è avvenuto e invita l’Inail ad annullare la procedura odierna e stabilire una nuova data di presentazione delle domande.

«Ove l’Inail non dovesse accogliere tale richiesta per riparare a quello che vogliamo definire un errore informatico tuteleremo in tutte le sedi le ragioni delle imprese discriminate. I fondi pubblici devono essere gestiti in maniera trasparente e devono essere accessibili a tutte le imprese che hanno titolo».

L'INAIL: «UN PROBLEMA PER TUTTI»

Intanto sul sito dell'Inail si legge che l'incremento esponenziale degli accessi alla piattaforma telematica dell'Istituto - anche ben prima delle 14, quando si avviava l'operazione "click day" - ha provocato un'indisponibilità totale del servizio. Ma al ripristino (dopo 7 minuti di black out) ogni cosa sarebbe ripresa regolarmente, senza disfunzioni.

«Non vi è stato», si legge, «chi ha potuto accedere alla piattaforma telematica e chi, invece, no: sulla Rete per quell'intervallo di tempo l'Istituto è stato irraggiungibile per tutti. Il portale dell'Inail è predisposto per gestire oltre 25mila sessioni di lavoro simultanee. Il click day - come noto - era programmato per le ore 14 del 12 gennaio, ma già prima di quell'ora oltre 20mila utenti stavano operando nell'aggiornamento continuo delle pagine in cui si sarebbe visualizzato il "bottone" di invio della domanda di finanziamento. Al ripristino (ore 14,09 circa), il servizio è ripreso regolarmente e non ci sono state disfunzioni di alcun tipo».

Sembra quindi di capire che per l'Istituto non ci siano procedure da ripetere e che la questione possa dichiarasi chiusa. Sarebbero stati appena 6 i minuti, inoltre, in cui i fondi messi a disposizione per

15/01/2011 11.29