Tv, dopo 11 anni assegnate le frequenze ad Europa 7

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

4121

ROMA. Il 28 luglio 1999 Europa 7 otteneva la concessione a trasmettere su tutto il territorio nazionale.

 

 

Oggi, esattamente «dopo undici anni di battaglie legali per ottenere le frequenze che le sarebbero dovute essere assegnate nel 1999», l'emittente di Francesco Di Stefano, abruzzese,  annuncia «l'accensione del primo trasmettitore della propria rete nazionale, che inizierà a servire Roma e provincia nella nuovissima tecnologia DVB-T2».

«Nei prossimi giorni - rende noto Europa 7 - seguiranno altre accensioni per servire, in rapida successione, Milano, Torino, Genova, Udine, Venezia, Bologna, Ancona, Pescara, Palermo, Cagliari, e così via. Saranno trasmessi 11 canali a pagamento, di cui 7 in HD e 1 canale gratuito (Fly) dedicato all'informazione indipendente, alla satira ed alla cultura». Per ricevere i programmi dell'emittente, «trasmessi nella tecnologia DVB-T2, attivata da Europa 7 prima nel mondo, sarà necessario munirsi del decoder 7BOX (sevenbox), in vendita dal 2 agosto sul sito www.europa7.it. Il decoder 7BOX permette inoltre di ricevere anche i programmi del digitale terrestre, senza i problemi dei decoder tradizionali. Il decoder 7BOX permetterà di ricevere i programmi di Europa 7 in alta definizione sui televisori HD ed in 3D sui televisori 3D» e consentirà anche di ricevere «i programmi Europa 7 con la qualità dell'alta definizione anche con i vecchi televisori».

«La battaglia giudiziaria di questi undici anni è stata condotta da Europa 7 sia per tutelare i propri diritti che per permettere ai telespettatori di poter ascoltare un'altra voce, completamente indipendente, nel panorama dell'informazione televisiva italiana ed è per questo - conclude la nota - che Europa 7 offrirà il canale di informazione Fly completamente gratuito, che andrà sempre più arricchendosi di contenuti nelle prossime settimane».

29/07/2010 0.55