Nato il primo motore di ricerca specializzato sui Wiki

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

4575

MILANO. Liquida - il portale d'informazione user generated del Gruppo Banzai - lancia Wikideep, il primo motore di ricerca specializzato nei Wiki.


I Wiki sono "piattaforme" che consentono agli utenti della Rete di condividere, immagazzinare e ottimizzare la conoscenza in modo collaborativo. La più conosciuta fra queste è Wikipedia, la più grande enciclopedia collaborativa del mondo.
Wikideep indicizza i contenuti dei vari Wiki per offrire agli utenti della Rete un quadro completo, chiaro, immediato e sempre aggiornato dell'intero panorama del contenuto collaborativo prodotto in Italia. 
Secondo i promotori, Wikideep «colma uno dei punti di debolezza del processo di generazione e condivisione collaborativa di contenuti: la mancanza di un sistema in grado di organizzare, raffinare e valorizzare i risultati di ricerca, creando percorsi di navigazione e collegamenti tra Wiki e rendendo maggiormente fruibile l'enorme mole di informazioni e conoscenze disponibili».
La versione attuale del motore di ricerca indicizza tutti i contenuti provenienti dal bacino di Wikipedia, Wikinotizie, Wikibooks, Wikiquote, in lingua italiana, ma l'obiettivo è di estenderne presto l'applicazione a tutti i Wiki della Rete. 
Wikipedia rappresenta infatti la base di partenza di un flusso enorme e in continua crescita di informazioni che Wikideep aiuta a strutturare in percorsi di approfondimento che coinvolgono l'utente in una innovativa esperienza di fruizione del sapere.
Pio Clemente − Software Engineering di Liquida e ideatore di Wikideep - racconta l'idea alla base del progetto: «Wikideep nasce per offrire all'utente un modo nuovo di esplorare i contenuti dei Wiki, approfondire e scoprire relazioni tra fatti, persone e luoghi. Tutto questo avviene grazie alla possibilità offerta agli utenti di eslorare i contenuti attraverso due dinamiche di navigazione: una navigazione verticale per concetti, tag, temi correlati e link utili, e quella orizzontale per tipologie di contenuto e categorie editoriali».
Paolo Ainio, Presidente del gruppo Banzai, conferma che il 50% dei margini di Wikideep verranno devoluti dalla società alla Wikimedia Foundation per sostenere la sua attività.
Per l'autunno di quest'anno è inoltre previsto il lancio di Wikideep anche nella versione internazionale per la lingua inglese.

30/06/2010 12.34