Case, Map e Musp: tutti i nomi delle ditte vincitrici di appalti e subappalti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

16788

map l'aquila

map l'aquila

 

*TUTTE LE TABELLE DEI MAP
 *LE TABELLE DEI MUSP * QUANTO COSTA L'EMERGENZA

 

speciale primadanoi.it L'AQUILA. Dopo lo scoppio dell’inchiesta che ha disvelato meccanismi, aderenze, conflitti di interesse e metodi della Protezione Civile arriva anche la trasparenza tanto attesa e respinta fino a pochi giorni fa.
Compaiono così a sorpresa in alcune pagine non facilmente raggiungibili e senza grossi proclami tutti i dati sugli appalti (già resi noti) e i subappalti del progetto Case, Map e Musp.
Con l’elenco delle ditte che hanno ottenuto i subappalti dovrebbe essere completo il quadro generale delle imprese che hanno operato nell’ambito della ricostruzione de L’Aquila nel post sisma.
La Protezione Civile ha cominciato la settimana scorsa a mettere tutti questi preziosi documenti on line.
Oggi pubblichiamo anche noi tutte le tabelle in modo che possano consultarli tutti anche chi nei mesi scorsi aveva fatto l'accesso agli atti (diversi consiglieri regionali) ma si era sentito rispondere che non era titolato per ricevere i documenti.

PROGETTO C.A.S.E.

Le abitazioni del progetto C.A.S.E. sono per i cittadini dell’Aquila con una casa distrutta o inagibile. Sono edifici antisismici, progettati con i più avanzati criteri e sono generalmente a tre piani oltre al piano sotto piastra.
Sono stati costruiti 183 edifici, per un totale di circa 4.600 appartamenti che ospiteranno oltre 17.000 persone.
Fino ad oggi sono costati 715 milioni di euro, mentre è oltre 800 milioni di euro il costo complessivo previsto.
Il che significa 2.428 euro a mq, comprensivo di spese per l’urbanizzazione, aree verdi e isolamento sismico.
In particolare il costo è di 1.283 euro per l'appartamento vero e proprio più 500 circa per l'isolamento sismico.
Sono state 191 le procedure di affidamento concluse, 127 le imprese appaltatrici, 248 i contratti sottoscritti.
Molte di più le ditte subappaltatrici: ben 1.108, 1.227 i subappalti autorizzati.
23/02/2010 9.02

Di seguito pubblichiamo le schede complete dei costi complessivi e dei subappalti per le abitazioni, gli arredamenti, gli ascensori, la barriera stradale, il calcestruzzo, il fotovoltaico, le opere a verde, i pilastri e le piastre, gli scavi e le opere di urbanizzazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[pagebreak]

APPALTI E SUBAPPALTI DEI MAP

I Map sono i moduli abitativi provvisori, sono altri tipi di abitazione sicure, di varie metrature a seconda delle caratteristiche del nucleo familiare.
In alcuni casi sono costruiti in legno massello, cioè naturale, in altri hanno strutture con pannelli coibentati.
Essi sono in genere mono familiari ad uno o due piani. Ne sono stati realizzati 2.200 i moduli abitativi nei Comuni del cratere. Altri 1.200 moduli sono stati posizionati L'Aquila.
Il costo è di 760 euro a mq, per una spesa compelssiva di 134 milioni di euro in tutta la zona terremotata, di cui 100 solo per L'Aquila.
Chi ha scelto il progetto Case che costa anche più del triplo dei Map?
Sui costi spropositati pure si è parlato molto ma nessuno ha mai fornito precisazioni.
Per i Map sono state 80 le procedure di affidamento concluse, 52 le imprese appaltatrici e 88 i contratti e atti sottoscritti per un titale di 236.611.212 euro di servizi affidati (iva inclusa).
Sono state invece 317 le ditte subappaltatrici, 135 i subappalti autorizzati per un totale di quasi 13 milioni di euro.
Pubblichiamo tutte le schede relative alle gare e ai subappalti.

 

 

 

 

 


[pagebreak]
APPALTI E SUBAPPALTI DEI MUSP

I Musp, Moduli ad Uso Scolastico Provvisori, sostituiscono temporaneamente le scuole danneggiate o distrutte dal terremoto del 6 aprile. Sono strutture prefabbricate montate anche in aree a 1.500 metri di altitudine.
I musp accolgono un totale di 6.000 bambini e ragazzi. Le scuole sono state realizzate a L’Aquila e nei comuni di Campotosto, Montereale, Ovindoli, Rocca di Mezzo, Scoppito, Arsita, Popoli, Vittorito e Bazzano. Due i bandi di gara che hanno affidato i lotti: il primo ha assegnato 25 lotti, il secondo, scaduto il 27 agosto, ne ha assegnati altri 7 adibiti a scuole più uno ad uffici.
Per l'inizio dell'anno scolastico sono stati aperti i primi 19.
Al 10 febbraio sono state consegnate 31 scuole su 32. Il costo totale è stato di 32 milioni di euro.
Le procedure di affidamento espletate sono state 80, 52 le imprese appaltatrici e 88 i contratti sottoscritti. Sono state 154 le ditte subappaltatrici per un totale di 129 subappalti.

Pubblichiamo le tabelle relative.