SAN GIOVANNI TEATINO

Sversano materiale edile in discarica abusiva, tre denunciati

Colti in flagrante dal Municipale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1428

 Sversano materiale edile in discarica abusiva, tre denunciati
SAN GIOVANNI TEATINO. Sono stati colti in flagrante mentre erano intenti a sversare materiale edile in una discarica abusiva in via Aterno.

Tre uomini di nazionalità romena, G.S. di 39 anni, B.P. di 21 anni e C.M. di 31 anni, sono stati intercettati ieri sera dalla Polizia Municipale che li ha identificati e condotti al Comando di via D’Azeglio per le procedure di rito.
I tre erano intenti a scaricare i rifiuti da un furgone bianco, poi risultato intestato ad un quarto romeno e privo del necessario certificato di passaggio di proprietà, fermo sul ciglio della carreggiata.
Fermati da due agenti della Polizia Municipale, nell’ambito dei controlli che continuamente monitorano il territorio in funzione anti-abusivi, i tre sono stati segnalati alla Procura della Repubblica e sono stati costretti a ripristinare il sito dove avevano abbandonato il materiale edile di risulta e a contattare una ditta specializzata per lo smaltimento dei rifiuti in una rimessa autorizzata.
Una volta certificato lo smaltimento e ripristinato il sito di via Aterno, i tre sono stati multati ed hanno dichiarato di essere stati contattati da una ditta di Pescara, di cui non ricordavano il nome, per caricare i rifiuti edili, senza sapere indicare con precisione il luogo. Per il trasferimento dei materiali nella discarica abusiva i tre avrebbero ricevuto 100 euro.
«Siamo soddisfatti – ha commentato il sindaco, Luciano Marinucci – dell’azione portata a termine dai nostri agenti di Polizia Municipale: il nostro territorio, ampio e variegato, è da troppo tempo nel mirino di persone senza scrupoli che ritengono comodo e conveniente sversare rifiuti non autorizzati in discariche improvvisate a cielo aperto.
Il nostro impegno contro questa consuetudine è massimo, i controlli sono stati moltiplicati e la capacità di intervenire tempestivamente anche in caso di segnalazioni è cresciuta di pari passo. Quel che ci preme scoprire adesso è l’origine di questi rifiuti e risalire al più presto ai committenti, che hanno ideato questo sistema di smaltimento illegale»
«Oltre ad esprimere – ha aggiunto la delegata all’Ecologia, Gabriella Federico – la evidente soddisfazione per i risultati ottenuti dal nostro lavoro di monitoraggio, è fondamentale sottolineare come l’azione del Comune debba essere supportata dai cittadini con opportune e tempestive segnalazioni così che essi si sentano responsabili in prima persona della salute dell’intero territorio comunale, cooperando con l’amministrazione comunale a mantenere una vigilanza attenta e continua».