LUCOLI

Cavalli bradi catturati dalla forestale

Denutriti ed abbandonati mettevano in pericolo la viabilità sulla statale S.S. 696

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1951

Cavalli bradi catturati dalla forestale
LUCOLI. Nuovo intervento del Corpo forestale dello Stato nel territorio di Lucoli con il servizio veterinario della Asl.

Un branco di cavalli che vagavano nella zona Valico della Crocetta 1550 m sul livello del mare nel comune di Lucoli sono stati prima raggruppati e poi  condotti nella stalla di sosta della Asl.
Gli animali, notati da alcuni giorni dal Domenico De Paolis, comandante la stazione di Lucoli, vagavano nella zona incustoditi e senza essere accuditi e sfamati. Gli equini si avvicinavano così spesse volte alla S.S. 696, attratti dal sale sull’asfalto, utilizzato quest’ultimo abbondantemente in questi giorni per evitare la formazione di ghiaccio sulla strada, mettendo a rischio la sicurezza degli automobilisti.
Dai controlli effettuati in mattinata gli animali sono risultati sprovvisti di microchip, quindi senza alcun proprietario, il che fa pensare ad equidi che possono essere oggetto di azione furtiva, per essere poi avviati a macellazione clandestina. Tutte ipotesi investigative che sono seguite dal Comando stazione di Lucoli.
Qualora non si riuscisse a rintracciare i proprietari degli animali, il comune di Lucoli procederà alla confisca e all' acquisizione degli animali al patrimonio dello Stato, mentre l'Asl di L'Aquila si farà carico della microchippatura e dei trattamenti sanitari obbligatori.