Vertenza Sixty. Nuovo presidio dei lavoratori per l’arrivo del partner cinese

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

22102

Vertenza Sixty. Nuovo presidio dei lavoratori per l’arrivo del partner cinese
CHIETI. Martedì 17 gennaio dalle ore 08.30 davanti alla Sixty spa di Chieti Scalo si terrà una manifestazione di protesta “Welcome to you and Good bye to us” (Benvenuti a voi, arrivederci a noi).


Così i lavoratori dello stabilimento Sixty di Chieti Scalo accoglieranno una delegazione di “Trendiano” il nuovo partner cinese della Sixty, in visita allo stabilimento.
Mentre i lavoratori subiscono le scelte aziendali, la disoccupazione (il problema degli esuberi e quindi dei licenziamenti), l’azienda stringe accordi ed espande il suo mercato e portfolio nell’area asiatica. Trendiano Co. Ltd, (subentrato a Toppi, partner del gruppo negli ultimi 8 anni) è specializzata nella produzione e distribuzione di abbigliamento.
«Questa è l'ennesima scorrettezza», dice il segretario provinciale Filctem Cgil Chieti Giuseppe Rucci, «dell’azienda nei confronti dei lavoratori, delle loro famiglie, delle istituzioni e del territorio che tanto hanno dato da sempre a questa proprietà». L’appello del segretario, poi, si rivolge alla politica.
Dopo l’impegno sventolato dalla Provincia di Chieti che prometteva di guidare il tavolo per la crisi occupazionale che investe la Sixty e le tre strade individuate dal presidente Di Giuseppantonio per far fronte al problema, si brancola ancora nel buio.
«Ci rivolgiamo nuovamente a tutte le istituzioni ( sindaco, Provincia e Regione)», dice Rucci, «affinchè convochino immediatamente l'azienda che fino ad ora si è sottratta a tale confronto dichiarando di non avere ancora pronto il piano industriale che guarda caso sta “magicamente” già attuando». Ed un ultimo messaggio anche alla Confindustria di Chieti: «che senso può avere il riconoscimento della Valpescara come area di crisi», chiede Rucci, «per cercare di avere delle risorse per attrarre nuovi investimenti quando non si riesce a far restare chi è già presente sul territorio?»
14/01/2012 13:24